CHILD K

E’ parecchio che non scriviamo sul nostro amato blog, ma eccoci qui, in tempo utile ad evitare il cazziatone del direttore, che spesso ci scrive “dove siete finiti !?“.

Questo è un altro post speciale scritto direttamente con il cuore. Abbiamo appena terminato le riprese del nostro nuovo progetto, intitolato “CHILD K“. Un cortometraggio co-prodotto da Colorado Film, Eidolab e Dinamo Film, ambientato in Germania.

Un anno fa giravamo un film a Hollywood, quest’anno un corto in provincia di Foggia, che cambiamento e? Eppure siamo entusiasti come lo eravamo un anno fa, perchè quando ami qualcosa, la ami e basta. E poi per dirla tutta, questo era uno dei progetti a cui tenevamo maggiormente, ricordo ancora quando andammo nell’ufficio della Colorado Film a Roma, eravamo davanti ad Usai, una delle persone più importanti del cinema italiano, il nostro agente ci disse “avete 5 minuti per raccontargli la storia, ma già ve lo dico, non hanno mai prodotto corti, quindi...”.

Il pitch effettivamente durò 5 minuti, ma a quei 300 secondi seguirono altri 60 minuti di domande: “ma dove l’avete trovata questa storia?”, “è incredibile“, “non è mai stato fatto niente sull’argomento, possibile?”, “Ok, lo facciamo, sarà il primo corto che produrremo“. Insomma, premesse pessime, chance di uscire con un loro interesse praticamente 0,1%, eppure dopo quell’appuntamento avevamo già una produzione.

Perchè “CHILD K” ha qualcosa di magico che ci ha subito conquistato, che ha conquistato i produttori: la Colorado Film (società di Totti, Salvatores e Abatantuono), la Dinamo Film (dell’amico produttore Lello Petrone e dei suoi soci Gianfranco Parisi e Ivan D’Ambrosio), EIDOLAB, una società di produzione e post produzione audio/video di Bari i cui soci sono persone che stimiamo e rispettiamo da sempre per la loro competenza e serietà (Edoardo Nicoletti, Lucia De Mastri e Marilisa Mincuzzi) e che siamo contentissimi di avere finalmente a bordo di un nostro progetto, e subito dopo anche il MIBAC (Ministero dei beni e attività culturali) che per la prima volta da quando esiste ha finanziato un progetto “così”, e per capire cosa vuol dire “così”, dovrete vedere il corto. A chiudere il cerchio, anche l’APULIA FILM COMMISSION, che oltre ad insegnarmi a fare un pitch grazie al workshop Puglia Experience (a proposito, grazie Amedeo e Nevina!) ha sostenuto “CHILD K” confermandosi parte della squadra che 3 anni fa ha creato il miracolo Ice Scream (cortometraggio).

A tutte queste persone che ci hanno addirittura permesso di costruire una casa per soli cinque giorni di riprese, ai ragazzi del reparto scenografia e al loro lavoro IMMENSO, STRAORDINARIO, a tutto il cast tecnico e artistico che solo in parte vedete nella foto qui a sinistra, diciamo VI VOGLIAMO BENE, GRAZIE DI CUORE.

P.S. Dedicato a Damiano Russo

 


Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

Se non sei registrato clicca qui registrati