La condivisione, in Italia è una parolaccia.

Nelle ultime settimane sempre più spesso riceviamo e-mail da persone che ci ringraziano di aver condiviso la nostra esperienza americana e alcuni consigli preziosi (dati proprio su questo blog). Giovani registi e non, incoraggiati da quanto accadutoci con il remake di Ice Scream, che hanno deciso di puntare all’estero seguendo il percorso che il nostro cortometraggio ha fatto negli scorsi due anni, fino ad arrivare al remake americano. Con enorme piacere noto che molti di loro stanno raccogliendo i frutti di quella scelta, chi avendo vinto premi in festival a stelle e strisce, chi avendo trovato l’interesse di produttori o distributori; cosa che ovviamente permetterà loro di avere altre possibilità.

Era il primo obiettivo del mio blog quando accettai la proposta del direttore di Best Movie, prima ancora di coinvolgere Vito Palumbo, che ovviamente ha sposato il mio obiettivo. Personalmente sono davvero contento.

In questo momento il mio pensiero va, seppur cosciente di quanto poco possa importare loro, a tutti quei registi e professionisti dello spettacolo italiano, miei conoscenti e non, che MAI neanche per scherzo condividerebbero un loro contatto, o la loro esperienza, che mai sia per l’amor del cielo rispondere ad un fan che scrive su facebook, a tutti quelli che se gli scrivi “complimenti, ho visto il tuo film, molto bello”, loro col cazzo che ti rispondono, perché ormai sono passati sulla sponda di quelli fighi, di quelli importanti, di quelli che “io ce l’ho fatta” e tirarsela è d’obbligo per i vip. Perché si, in Italia il 90% sono di questa razza.

Sento già quelli che leggono e pensano, “quindi vuoi dire che tu non ti comporti così anche se ce l’hai fatta e sei figo?”. No. Io non penso di avercela fatta ne di essere figo. Penso di essere un grande amante del cinema, di sentire miei fratelli tutti quelli che come me darebbero la vita per realizzare il proprio sogno, ed è per questo che non mi chiudo nell’illusione del “professionista” che se la deve tirare. Ma soprattutto mi incazzo davvero quando mi rendo conto che questo è uno dei motivi per cui siamo indietro rispetto ad altre realtà (e mentalità). Se tutti ci aiutassimo, condividessimo con più facilità, allora cresceremmo più in fretta.

Ci ho tenuto a scrivere il post per ringraziare le persone che ci inviano queste mail, visto che molti altri “prendono” e “arrivederci e grazie”. Passo e chiudo, vado a coccolarmi il mio ultimo cimelio nerd appena consegnato dal postino.

 

 


Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

Se non sei registrato clicca qui registrati