Intervista a Jesus Orellana, golden boy di Hollywood

Ciao ragazzi! Questo per me è un post MEMORABILE!

Perché? 15 anni fa, dopo aver visto per la prima volta su un piccolo canale TV come ALL MUSIC, il brevissimo trailer di un film allora sconosciuto, dissi a mia madre : “Scommetto che questo film entrerà nella storia del cinema”. Quel film si chiamava TITANIC (precisazione: non penso di essere Nostradamus).

Bene, oggi dopo 15 anni voglio rifare quella scommessa con voi: ho conosciuto colui che potrei definire il RE DEL MONDO DEGLI INDIPENDENTI, un regista che tra 1 anno vedremo sulle copertine delle più grandi riviste del mondo assieme a gente come George Lucas,  Guillermo Del Toro e Peter Jackson.

Il nome di questo ragazzo è JESUS ORELLANA, classe 1981, cittadino spagnolo residente a Barcellona. In questi giorni tutto il mondo parla di lui, in America lo hanno già definito “IL FUTURO del cinema d’animazione“. La  20th CENTURY FOX ha vinto uno scontro all’ultimo sangue con UNIVERSAL, WARNER, SONY, NEW LINE e PARAMOUNT!!!! aggiudicandosi il talento visionario straordinario di questo ragazzo che si è beccato i complimenti di PETER JACKSON che l’ha definito “SUBLIME”!!!  Quindi fatemelo dire, sono il primo italiano ad intervistare in esclusiva per GRINDHOUSE una futura star mondiale!

MA CHI E’ JESUS? Un illustratore spagnolo di soli 30 anni, che un giorno decide da autodidatta, con ZERO BUDGET, di realizzare un corto cyberpunk in maniera del tutto indipendente. Con quali risultati? Vedersi spalancare le porte di Hollywood.

Prima di pensare qualunque cosa, guardatevi cos’è stato in grado di realizzare come suo PRIMO LAVORO. Ha fatto tutto da solo. Regia, fotografia, scenografie ed effetti digitali. In questi casi le chiacchiere come si dice “stanno a zero”. E infatti, rimarrete senza parole davanti ad un genio visionario praticamente già a livelli MOSTRUOSI.

.

CHE ASPETTATE! CLICCATE QUI E GUARDATEVI “ROSA”!

La trama?  Rosa racconta di un futuro post apocalittico in cui l’umanità è estinta. Dalle macerie è sorta una megalopoli priva di vita naturale. Ed è proprio dal nulla, dalla distruzione totale che risorge Rosa, un robot parte del progetto Kernel. Una sorta di ultimo tentativo del genere umano per ripristinare l’ecosistema terrestre. Camminando, spaventata, tra le rovine della città senza vita , Rosa scoprirà presto di non essere l’unica ad essere ancora “in vita”.

E come vi dicevo all’inizio del post, una versione live-action del corto sarà prodotta dalla major americana 20th Century Fox. Hollywood per Jesus è già realtà.

.

.

Ecco la mia breve intervista a JESUS ORELLANA! Ma prima fatemi ringraziare pubblicamente Jesus, che tra le varie chiamate provenienti da Hollywood, è comunque riuscito a trovare del tempo per me, non solo mettendosi totalmente a mia disposizione, ma anche facendomi un regalo personale che dedico a tutti i lettori del mio blog: ECCO UN DISEGNO DI “ROSA” con dedica personale per “Grindhouse” e per BEST MOVIE!

1) you did it all by yourself? Really!? All by myself. I worked on Rosa non-stop during an entire year. The usual day involved working on Rosa all day and going to sleep very late at night. That was pretty much the routine during all 365 days of the year, I didn’t even know which day of the week I was.
When I started I had no idea about video-editing or animation, the first six months were mainly trial and error, I read tutorials online and did a lot of tests to take a grasp of the programs and the process. For the next six months I worked non-stop creating shots, editing and post-producing. It was very intense and time demanding. For CG I used Daz Studio and Blender, software that I was already familiar as I’ve been using them for reference in my drawings. Renders were later heavily post-produced to achieve the exact look I wanted. I used my skills as an illustrator to work every frame like a painting, adding all kind of small details in every corner.

2) Why make this short movie? Since I was a child I’ve always wanted to make movies, I’m in love with visual narrative. I went to a Comic-School for a year but I left to do graphic-novels, Since I’ve never been to a Film-School, or knew anyone in the medium, one day I decided to made a short film and learn on my own, that short became Rosa. Doing it animated was due to having no budget or team, so for me it was the only way of doing a film. With Rosa I wanted to get away from the Post-Apocalyptic cliches (deserts, desaturated colors), I wanted to go beyond that and show a colorful world where nature has a starring role.
Creatively I planned and executed Rosa as a live-action instead of an animated film. I storyboarded the script and started to made shots of every scene, including improvised shots within the 3D program that were not in the storyboard. I was very limited with my animation skills so the editing was a crucial step in having a good result. There’s even a couple of minutes of shots deleted from the final cut, which is just crazy for an animated film. Because of that it has a feel and rhythm radically different from what is usual in animation. Proof of that is that from the dozens of producers interested on a Rosa feature all of them were just live-action.

3) Rosa has attracted The 20th Century Fox.
Great news coming?
The day I launched the short everything turned upside down. It was featured on Wired and The Hollywood reporter, with more than 250.000 views during the first days. Half Hollywood wanted to meet me in person, from agencies like CAA/WME to film studios. Through Heyday, Warner offered to flight me to Los Angeles with the condition of seeing them first. I pitched the project of a live-action feature of Rosa to dozens of producers, as well as to practically every studio in town: Warner, Universal, Paramount, Sony, New Line, Warner, Fox… It was finally Fox the studio I was more comfortable and with who I felt there was a stronger connection.
I will direct a ROSA live-action film for FOX an producer Simon Kinberg, it will be based on my own original story set in the same world as the short film, this is the story I pitched to studios. For the script there will be an established writer on board, this was my intention since the beginning. The movie will take the world to the short to an entirely new level, expanding the mythology on going a lot more epic.

IN BOCCA AL LUPO JESUS!


17 Risposte per "Intervista a Jesus Orellana, golden boy di Hollywood"

  • fabioguaglione :

    Ciao Rob.

    Conoscevo questo corto da tempo e ho trovato sicuramente d’impatto il suo immaginario.

    Beh, l’avventura di Jesus.. è grossomodo quello che è successo a noi con “Afterville”. Posso dirti che…il difficile per Jesus comincia ora!
    Magari prima o poi ci vedremo affiancati in qualche annuncio di slate di Fox…!

  • Fabio, ma Jesus è già in produzione, sta lavorando con il produttore di Sherlok Holmes…

  • fabioguaglione :

    Joe Silver?

  • fabioguaglione :

    Non ha un’esclusiva con la Warner?

  • fabioguaglione :

    Ma poi sono entrati in produzione senza script development??

  • non ricordo il nome del produttore…
    Cmnq ho sbagliato volevo dire che sono in preproduzione, ma cmnq lui aveva già tutto lo sviluppo, lo stanno revisionando.

  • fabioguaglione :

    Da qui sembra che hanno iniziato 10 giorni fa con lo script… http://www.joblo.com/horror-movies/news/20th-century-fox-picks-up-sci-fi-short-rosa-with-plans-on-making-a-feature-film

    Comunque fico.
    Questo si chiama strategia.

  • non ho parlato di script…

  • fabioguaglione :

    Vuoi le botte?

  • ahuauhahuahuahuahua e se vuoi sapere i fatti vieni nel mio ufficio

  • per ufficio intendevo IN PRIVATO! :D

  • camba :

    Grandissimo Rob! A me il corto è piaciuto molto! Io spero che si vada avanti su questa strada: Qualità e Indipendenza nella produzione prima o poi pagheranno i sacrifici.
    Ciao ;-)

  • Giusto Angelo… queste sono le Fiabe che aiutano gli indipendenti a sognare, ma anche ad essere consapevoli del fatto che se c’è il talento…

  • camba :

    Comunque io volevo vedere le Botte fra te e Guaglione… :-)

  • rob-pulp :

    Le vedrai presto… quando andrò a Milano mi trasformo nel protagonista di DRIVE e gli faccio fare la fine di quello nell’ascensore

  • andrealeanzasfx :

    Comunque io lo dicevo che il 1981 ne ha sfornati di talenti ;P

  • rob-pulp :

    eeeheheh come darti torto Andrea!
    1981 Forever

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati