Grindhouse intervista in esclusiva la protagonista di FRINGE, Anna Torv, al FANTASY HORROR AWARD

Ciao ragazzi. Da tempo pensavo di scrivere un post dedicato ai festival di cortometraggi italiani, così da segnalarvi quelli da evitare e quelli seri. Ovviamente in base alla mia esperienza diretta, considerando che ormai sono sette anni che giro per i festival di mezzo mondo, e ne ho visti davvero di tutti i tipi, da quelli organizzati dalla parrocchia, alle manifestazioni del circuito Oscar negli Stati Uniti (Nashville, Cleveland, Atlanta e Dallas). Oggi però non posso fare a meno di parlarvi di uno degli ultimi a cui ho partecipato, sia da “concorrente” che da appassionato, senza dubbio uno dei migliori in Italia sia a livello organizzativo che qualitativo, ossia il FANTASY HORROR AWARD di Orvieto.

Ecco il trailer della manifestazione!

Seppure un festival di genere, vuoi per la location azzeccata (Orvieto è davvero bella), che per gli ospiti internazionali, che per la gentilezza e la professionalità dei ragazzi dello staff, ma soprattutto per la passione degli organizzatori (ovvero FanFactory), lo definirei un piccolo capolavoro. I più rompiscatole staranno pensando “si ma è un festival importante?”. Eccome se lo è, visto che partner principale della manifestazione è niente meno che “SyFy Universal”. Inoltre il festival è nato solo da due anni eppure ha già un discreto seguito mediatico (anche Mediaset Premium sponsorizza l’evento).

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Ma entriamo più nei dettagli. Innanzitutto è bellissimo camminare per gli splendidi vicoli di Orvieto e incontrare quando meno te lo aspetti gente come Jason di Venerdì 13, Michael Myers di Halloween, Freddy Krueger di Nightmare, e altri assassini di questo calibro. Mi riferisco ai COSPLAY, ragazzi dello staff che giravano per il paese indossando le maschere dei più famosi personaggi del cinema horror.

Ecco qui qualche foto!

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Quanto agli incontri, alle anteprime, alle conferenze stampa, lo stile del FANTASY HORROR AWARD mi ha molto ricordato quello del festival del circuito Academy Awards” di Nashville. Scenografia originale e fighissima, luoghi speciali come il teatro Mancinelli, eventi a tutte le ore, anteprime e chi più ne ha più ne metta. Insomma come avrete capito sono davvero entusiasta di questa manifestazione, bella bella bella!

.

.

.

.

.

.

.

Quanto agli ospiti internazionali (la lista completa la trovate sul sito ufficiale del festival), lo scorso anno erano presenti Robert Englund l’immortale Nightmare, Jaume Balaguero regista della saga di REC, Dario Argento, mentre quest’anno la guest star è stata la protagonista di FRINGE, il nuovo telefilm di J.J. Abrams, autore di LOST. Lei è Anna Torv e  nella serie interpreta l’agente speciale Olivia Dunham.

l’ho intervistata grazie alla collaborazione di Vito Palumbo e Chiara Balestri. Ecco il video. Non perdetevi il saluto finale proprio a noi lettori di BEST MOVIE.


Durante le serata finale del Fantasy Horror Award sono stati assegnati i seguenti premi:

  • SPECIAL AWARD: Lamberto Bava
  • Best Film Voted By Web: SAW 3D
  • Best Screen Play: URBAN EXPLORER
  • Best Short Movie: DEAD BONES
  • Best Low Budget Movie: EATERS
  • Best Soundtrack: CLAUDIO SIMONETTI
  • Special Effects: HELLDRIVER (for special effects) AMPHIBIOUS (for digital effects)
  • Best Horror Movie:SHADOWS
  • Best Interpretation New Talent: JENNIFER ULRICH
  • Miglior Opera (premio Syfy): FRINGE
  • Best Magazine Voted By Web: SCIFINOW
  • Best Fantasy and Horror Comics: THE WALKING DEAD
  • Best Director: MAXIME ALEXANDRE
  • Press Award: URBAN EXPLORER
  • Best Actress: ANNA TORV
  • Miglior Carriera: BILL MOSELEY

Tra gli ospiti di quest’anno era presente anche BILL MOSELEY, indimenticabile protagonista dei film di ROB ZOMBIELa casa dei 1000 corpi” e “La casa del diavolo“, il primo in assoluto il mio film horror preferito!

Chiudo il post facendo davvero i miei complimenti alla FANFACTORY, organizzatrice di questa manifestazione (presente anche su FACEBOOK), un gioiellino MADE IN ITALY che dobbiamo assolutamente aiutare a crescere, perché sono questi i festival di cui abbiamo bisogno in Italia. Vi  assicuro che non ce ne sono molti, anzi!

E sempre per i soliti malpensanti, sappiate che nessuno mi ha pagato per parlare bene del festival, anzi, era in concorso anche un mio corto, “Ice Scream”, che come potete vedere nel video (in pessima qualità) qui sotto, era candidato ma non ha vinto.

PER CHIUDERE VI SEGNALO L’ULTIMO VIDEO,IL BACKSTAGE DELL’INTERVISTA AD ANNA TORV, DOVE POTETE INOLTRE TROVARE LE IMMAGINI DEL RED CARPET E DELLA PREMIAZIONE DELL’ATTRICE AUSTRALIANA.

Appuntamento al prossimo festival


Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

Se non sei registrato clicca qui registrati