The Flash – quando i nerd creano una serie tv per nerd!

Ho urlato. Erano le due di notte ma ho urlato. Un lungo e incredulo “Siiiiiiiiiiiiii!!! ” che vista l’ora sono certo sia stato scambiato per un grido di piacere durante la visione di un video porno. E invece no, stavo semplicemente guardando la decima puntata della mia nuova serie tv del cuore: “The Flash”.

downloadPrima di spiegarvi e aiutarvi a comprendere (ed accettare) le ragioni di quell’urlo sovrumano faccio un passo indietro. “The Flash” è sempre stato il mio supereroe preferito, quindi le emozioni sono amplificate in partenza. Credo che la backstory di questo personaggio sia la più figa nel panorama supereroistico:  è la storia di Barry Allen, un ragazzino che all’età di undici anni assiste all’omicidio di sua madre, del quale viene ingiustamente accusato Henry, suo padre (interpretato dall’attore protagonista della omonima serie degli anni 80). Barry, rimasto solo, viene accolto in casa dal detective Joe West e da sua figlia Iris. Anni dopo lo ritroviamo brillante studente di chimica, scienziato forense per il Dipartimento di Polizia di Central City e perdutamente innamorato di Iris (ovviamente lei ama un altro). L’obiettivo numero uno di Barry è sempre lo stesso: scoprire la verità sull’omicidio di sua madre e salvare suo padre dalla prigione a vita. Un giorno però i laboratori S.T.A.R. LAB annunciano l’accensione di un nuovo acceleratore di particelle destinato a rivoluzionare il mondo, e dopo che l’acceleratore, colpito da un fulmine, esplode per un sovraccarico, Barry viene colpito dalla scarica di un altro fulmine. Al suo risveglio, dopo 9 mesi di coma, è diventato l’uomo più veloce del mondo. Purtroppo per lui però, la notte dell’esplosione non è stato il solo a diventare “speciale”. La città è piena di altri “metaumani” con pessime intenzioni.

 

Ma torniamo al mio grido di ieri notte. Da amante del fumetto, i miei due villains preferiti nell’universo di “The Flash” sono  CAPTAIN COLD e HEAT WAVE. Entrambi non hanno superpoteri, il primo conta su astuzia e sulla sua pistola congelante, il secondo utilizza un lanciafiamme a forma di pistola che gli permette di sputare fuoco sui nemici. Dunque, nella puntata di ieri, sono finalmente stati presentati nella serie, questi due villains. E INDOVINATE CHI SONO I DUE ATTORI CHE LI INTERPRETANO?  ECCO LE FOTO! 

Flash-TV-Captain-Cold-Actor-Wentworth-Miller 5d67f6f979ce37f9_large Solo alcuni di voi avranno già capito le ragioni del mio grido di piacere. Ebbene si, la mia serie tv preferita di sempre ERA, E’, E SEMPRE SARA’ PRISON BREAK. L’unica serie che mi ha fatto piangere, ridere, disperare, gioire, e che mi ha portato a considerare i personaggi fittizzi come amici reali. Lo so, sembra una cosa triste, ma si chiama passione. Ecco, i due attori scelti per interpretare i villains principali in “The Flash” sono proprio Micheal Scofield e Lincoln Barrows! (personaggi principali di Prison Break)  Ho fatto una ricerca e ho scoperto che i creatori della seria GREG BERLANTI e MARC GUGGENHEIM impazzivano per Prison Break esattamente come me. Vi immaginate per chi ama questo lavoro cosa significhi poter decidere di affidare due ruoli come questi a due attori che in passato hanno interpretato in coppia i tuoi personaggi preferiti di un’altra serie tv? Un meraviglioso gioco da nerd che in pochi possono capire! Ecco cosa mi ha fatto urlare ieri sera. Ero incredulo, mi sentivo come un bambino al luna park per la prima volta, giuro. Sono strafelice perchè ho capito che dall’altra parte del mondo, negli uffici di un colosso come la DC Comics, c’era qualcuno esattamente come me, che sognava la stessa cosa che sognavo io: dare nuova vita ad una delle coppie più incredibili della tv: Wentworth Miller & Dominic Purcell. 

E ora vi mostro il frame responsabile di quel mio lungo attimo di gioia che lo ammetto, mi ha emozionato sino a farmi scendere una lacrima. 

Screenshot 2015-02-10 01.54.03

The-Flash       

 

 

Ma cosa rende questa serie migliore delle altre a tema supereroistico? Senza dubbio il cast e la scrittura. GRANT GUSTIN è semplicemente straordinario nel ruolo di FLASH. Raramente un attore sembra nato per interpretare un ruolo, ed è il caso di Grant. Simili emozioni prima d’ora me le aveva trasmesse solo Tobey Meguire interpretando Peter Parker nello Spiderman di Sam Raimi (il miglior spiderman di sempre a mio parere). Nonostante il suo talento però, nulla sarebbe accaduto se in cabina di “creazione” non ci fossero stati quei due: GREG BERLANTI e MARC GUGGENHEIM. Due veri nerd! E vi spiego perchè. GREG è lo sceneggiatore di DAWSON’S CREEK. (assieme al più famoso Kevin Williamson) e si dice sia lui il vero creatore del personaggio Re dei nerd; MARC invece scrive per DC (Aquaman) e MARVEL (Wolverine, The Punisher, The Amazing Spiderman). Ora, guardando questa serie tv, mi chiedo: ma com’è possibile che Marvel e DC sfornino simili porcate come gli ultimi film su THOR, IRON MAN, CAPTAIN AMERICA & Co. , film senz’anima durante i quali potresti anche andare al bagno tornando dopo mezz’ora e riusciresti comunque a capire tutto, visto che da capire non c’è nulla. Perchè non fanno scrivere quei film a gente con le palle come Greg e Marc, visto che li hanno già in squadra? Assurdo. Giusto per fare un esempio di quanto odi gli sceneggiatori dei banalissimi cinecomics, una cosa che ho odiato del primo “The Amazing Spiderman” era il fatto che Peter rivelasse la sua reale identità a Gwen praticamente all’inizio del film. Ma che schifo! Per molti fan come me il fattore “identità nascosta” è una delle cose più fighe in questo tipo di film! Nella serie di “The Flash”, siamo alla puntata numero dodici, e ancora BARRY (Flash) non ha rivelato la sua vera identità alla ragazza che ama, IRIS. E questo è inutile negarlo, ti fa guardare al loro rapporto con molto più interesse. Il coinvolgimento dello spettatore è mille volte maggiore, si aspetta con ansia il momento (sempre fighissimo) in cui lei scoprirà chi è davvero Barry e cos’è in grado di fare. Il famoso detto “l’attesa del piacere è essa stessa piacere”, no?

download (1)P.S. Quando ho girato il mio primo film in america, anche io da amante di Prison Break ho chiesto al mio produttore di avere un attore dal cast. Il mio preferito, il cattivissimo capo delle guardie BRAD BELLICK. E figuriamoci se sul set non gli dovevo chiedere di fare un video idiota come quello che potete vedere qui sotto. C’è lui che prende me e l’altro regista del film dal collo dicendoci: “vi sbatto in galera con Scofield!”. Giochi da nerd!!! (scusate per la qualità orrenda del video ma ho dovuto riprenderlo col cellulare perchè il file originale non posso gestirlo col pc). 



Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

Se non sei registrato clicca qui registrati