Supereroi infelici in Chronicle

Chronicle è molto di più di un film su tre ragazzi che entrano in possesso di superpoteri. È innanzitutto una storia di solitudine. Il vero protagonista è Andrew Detmer (Dane DeHaan), un ragazzino dalla situazione familiare a dir poco disastrosa: la madre è molto malata, l’assicurazione sanitaria non copre le spese delle cure, mentre il padre maltratta il figlio e si ubriaca per sfuggire al dolore insopportabile di vedere soffrire la moglie. È così che Andrew decide di portare sempre con sé una telecamera per filmare tutto ciò che gli capita, ma soprattutto per filtrare la realtà, sollevando una sorta di barriera tra lui e gli eventi che lo toccano in prima persona. Una volta acquisita la capacità della telecinesi, per Andrew sembra aprirsi la possibilità di un nuovo mondo e di apparire finalmente “speciale” agli occhi dei suoi compagni di scuola. Ma le cose non vanno come pensava e, per sfuggire alle delusioni della vita, Andrew finisce per ripiegarsi su se stesso, rifugiandosi sempre più nei suoi nuovi superpoteri. D’altronde non esiste nessun potere in grado di salvare una persona cara che sta per spegnersi… Chronicle è, quindi, un drammatico ritratto dell’individualismo dilagante del giorno d’oggi, che fa riflettere profondamente su temi sempre attuali come il desiderio di essere voluti bene, la falsità delle amicizie, le conseguenze di genitori assenti e il pericolo di un uso smodato della tecnologia. Il tutto reinventando dalle fondamenta il concetto del “supereroe” e spiattellando in faccia allo spettatore un’amara verità: nessun superpotere salva l’uomo!

Sotto, il trailer italiano di Chronicle:


Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

Se non sei registrato clicca qui registrati