Easy Girl, una commedia per niente banale

Stanchi dei soliti American Pie? Siete alla ricerca di una commedia che vi faccia ridere e che allo stesso tempo non sia così stupida e scontata da dimenticarla il minuto dopo. Allora Easy Girl è la commedia che fa al caso vostro. Non sarà un capolavoro come possono esserlo film del calibro di 50 volte il primo bacio o The Family Man, ma se c’è una cosa che non si può dire è che sia un film banale. Emma Stone, la futura Gwen Stacy di The Amazing Spider-Man, interpreta Olive, una liceale carina e dall’umorismo pungente che, come tante altre della sua età, non si distingue dalla folla. Ha un’amica che definire scema sarebbe farle un favore e i suoi genitori sembrano più impegnati a fare battute che ad essere un punto di riferimento per la figlia. Un giorno, per accontentare un’amica fin troppo insistente, Olive ammette di aver fatto sesso con un ragazzo, anche se in realtà non è vero (a dirla tutta non esiste neanche il ragazzo), e in men che non si dica la notizia fa il giro della scuola. Da perfetta sconosciuta, Olive diventa la ragazza più in voga del momento e inizia a prenderci gusto. Come se non bastasse, Olive si sente in dovere di aiutare i nerd (ovvero i più sfigati) della scuola e, in cambio di qualche soldo, risolleva il loro status sociale fingendo e successivamente confermando davanti a tutti di aver fatto sesso con loro. Le voci corrono e in breve tempo viene etichetta da tutti come una “ragazza facile” (appunto “Easy Girl”).

Ma come recita un vecchio detto popolare, “il gioco è bello finché dura poco”. La gente inizia a guardare e a trattare Olive come un oggetto. Sempre più ragazzi la avvicinano e si offrono di darle soldi o buoni sconto da spendere nei centri commerciali per poter raccontare di essere stati a letto con lei. Da questo momento il film cambia rotta ed Olive è costretta a chiedersi che cosa vuole veramente dalla sua vita. Capisce di desiderare di essere voluta bene per quello che è e di aver bisogno di un rapporto su cui costruire qualcosa. In particolare ricordo una scena estremamente commovente: un ragazzo la invita fuori e i due escono a cena. Alla fine della serata il ragazzo le offre un buono sconto da 200 dollari perché vuole fare sesso con lei e improvvisamente tutto il disagio di Olive viene a galla. Lei lo guarda con tristezza mentre gli occhi diventano rossi. Sperava che l’appuntamento fosse nato per un interesse che andava oltre il fare sesso con lei e così s’incammina infelice verso casa (se volete sapere come va a finire dovrete vedere il film!). Easy Girl va controcorrente alla media delle commedie americane, dove fare sesso e sballarsi sembra essere il massimo della vita. Meno male che ogni tanto qualcuno ha il coraggio di ammettere che forse questo non è tutto ciò che un uomo desidera. Easy Girl è uscito nelle nostre sale il 4 marzo 2011.

Sotto, il trailer italiano di Easy Girl:

Per contattarmi potete scrivere al seguente indirizzo mail: paolosinopoli@bestmovie.it


3 Risposte per "Easy Girl, una commedia per niente banale"

  • Pingback: triouvzsitz

  • Pingback: aramnitso

  • Pingback: arminioun

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati