Thor, analisi e riflessioni sul full trailer

Thor. Una parola, un mito (anzi, un dio). Oggi è approdato in Rete il primo full trailer ufficiale (sotto) di Thor, atteso cinecomic diretto da Kenneth Branagh. Mentre il teaser trailer di X-Men: First Class mi aveva lasciato un po’ perplesso, quello di Thor mi ha profondamente esaltato e ho deciso di fare una sorta di analisi sul full trailer del film per capire cosa dobbiamo aspettarci da questo nuovo cinecomic (al cinema dal 27 aprile 2011).

Da grande fan dei fumetti (originali) di Thor, prima dell’uscita dei trailer del film ero abbastanza scettico sul risultato finale. Come si può realizzare un film su Thor? Come si può ricreare il mondo incantato di Asgard, con i suoi palazzi sgargianti e i suoi soldati dalle armature scintillanti, senza cadere nel ridicolo? Dopo l’uscita di questo full trailer mi sono dovuto ricredere positivamente. Sembra proprio che Kenneth Branagh sia riuscito a ricreare alla perfezione le atmosfere del fumetto. Ho trovato geniale l’idea di dare vita ad un Thor (Chris Hemsworth) arrogante e presuntoso che deve dimostrarsi degno di impugnare il suo martello incantato e tornare ad Asgard, sotto gli occhi impietosi di suo padre Odino (Anthony Hopkins). Il film sembra mantenere un certo umorismo sull’onda di Iron Man, come la scena nel bar in cui Thor, secondo le abitudini asgardiane, scaglia a terra una tazza chiedendo nuovamente da bere, o quella in cui il dio del tuono non riesce a finire la frase «Come osi minacciare Thor?» che viene steso a terra da una pistola taser.

Attori:

Non posso evitare di dare una nota di merito anche alla scelta del cast. Chris Hemsworth è praticamente identico al Thor dei fumetti (ancora di più a quelli moderni) e sfoggia un fisico degno di un “dio del tuono”. Anthony Hopkins sembra calarsi alla perfezione nei panni dell’autoritario padre di Thor, Odino, un ruolo in cui l’attore sembra essere ormai più che rodato (ricordate Wolfman?). Tra le scelte che più ho apprezato c’è anche Natalie Portman, che trovo sia l’attrice più talentuosa del momento. Sembrano interessanti anche i personaggi secondari, da Kat Dennings (alias Darcy) a Stellan Skarsgård (alias Professor Andrews), da Rene Russo (alias Frigga) a Jaimie Alexander (alias Sif). L’unico personaggio che non mi sembra né carne né pesce è Tom Hiddleston nei panni del malvagio fratellastro di Thor, Loki, ma ovviamente sono solo delle sensazioni basate sulle brevi preview mostrate finora nei trailer ufficiali.

Costumi:

Ad avere attirato la mia attenzione sono anche i costumi sgargianti degli dei asgardiani. Le prime foto del film mi sono sembrate troppo “fumettose”, ma dai primi trailer mi sono dovuto ricredere. Mi è sembrato che Branagh sia riuscito a trovare un giusto equilibrio tra finzione e realismo, ricreando armature lucenti degne dei migliori disegni di Jack Kirby (primo disegnatore dei fumetti di Thor) e una città degli dei nordici (chiamata Asgard) che dovrebbe far saltare di gioia tutti i fan di Thor.

Curiosità:

Ho trovato questo full trailer ricco di interessanti curiosità, dal crop-circle creato dalla caduta di Thor sul nostro pianeta al dio del tuono che prega Loki di non distruggere la Terra, da una battaglia sul ponte Arcobaleno (che collega Asgard alla Terra) al mostro gigante alla fine del filmato. Ma ad emozionarmi più di tutto è stato vedere Odino vestito della sua armatura lucente mentre combatte con una lancia.

Stranezze:

La mia passione per Thor non mi ha reso ancora completamente “cieco” e infatti ho trovato qualche stranezza nel full trailer che mi ha fatto strabuzzare un po’ gli occhi. Ad esempio: è possibile che quando Thor viene scaraventato sulla Terra viene abbattuto con una semplice pistola taser? Supponiamo anche che abbia perso i suoi poteri… E allora come fa a liberarsi dai lacci che lo tengono bloccato al lettino di un ospedale, a scaraventare in aria i dottori e successivamente a combattere il Distruttore (quel mostro corazzato che spara raggi dalla testa)?
A parte queste perplessità, nel complesso il film mi sembra promettere molto bene e non vedo l’ora di vederlo. Sarà che adoro il personaggio di Thor e i personaggi tutto muscoli che combattono come delle furie (inutile dire che Daniel Craig in Casino Royale è il mio idolo). Non resta che attendere il prossimo 27 aprile per vedere soddisfatta l’attesa…

Seguite tutti gli aggiornati sul film sulla nostra sezione Supereroi

Guarda il primo trailer italiano di Thor

Sotto, il nuovo full trailer, in lingua originale, di Thor:


5 Risposte per "Thor, analisi e riflessioni sul full trailer"

  • mestesso :

    L’idea del THOR presuntuoso e arrogante non è inventata per il film, è la storia delle sue origini dal fumetto…

  • paolosinopoli :

    Ciao Mestesso,
    Hai ragione a dire che è la storia delle origini del fumetto. Ma è anche vero che nei fumetti originali Thor non ha mai osato rivolgersi al padre con l’appellativo di “vecchio pazzo” (cosa che accade nel primo trailer), mentre in questo film Thor è sempre arrogante e presuntuoso. Sembra infatti che Thor sia stato un po’ reinventato in questo film. Ad esempio, come punizione non viene trasformato neanche nel vecchio Donald Blake…

  • Pingback: triouvzsitz

  • Pingback: aramnitso

  • Pingback: arminioun

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati