Hereafter, Clint Eastwood commuove ancora

Dopo l’ennesima buca degli amici, ieri sera sono andato al cinema da solo per vedere Hereafter, l’ultimo film di Clint Eastwood. Erano diversi mesi che attendevo questo momento, anche perché ho sempre ritenuto che Eastwood fosse in grado di trattare temi di grande interesse nei suoi film, come la solitudine, l’amore, la violenza e l’amicizia, in un modo per niente banale e lontano dal concetto di mass market. Anche questa volta le mie aspettative non sono state tradite e ho trovato che Hereafter sia uno dei film più speranzosi del regista statunitense.

George (Matt Damon)

Sono rimasto profondamente colpito dall’approccio di Eastwood sul tema dell’aldilà e del desiderio dell’uomo di trovare un senso alla morte, e quindi alla propria vita. Commoventi e profondamente drammatiche le storie di Marie LeLay (Cécile De France), sopravvissuta miracolosamente ad uno tsunami, e soprattutto del piccolo Marcus, sconvolto dalla morte violenta del suo fratello gemello. A toccarmi sul vivo è stato sicuramente George (Matt Damon), nei panni di un sensitivo in grado di entrare in contatto con l’aldilà, che si trova a vivere una vita solitaria a causa del suo dono/condanna e, anche lui, alla ricerca di un significato alla propria vita.

Melanie (Bryce Dallas Howard)

Nel mio caso le lacrime sono sgorgate a fiumi e, a meno che non siate dei “robot”, vi consiglio di portare con voi qualche fazzolletto. L’unico punto che ho trovato un po’ ambiguo e che mi ha lasciato perplesso è stata la rappresentazione dell’aldilà, anche se capisco la difficoltà nel raffigurarla. Matt Damon mi ha confermato ancora una volta la sua versatilità, ma a dar prova del proprio talento sono state soprattutto l’attrice francese Cécile De France (alias Marie LeLay) e una toccante Bryce Dallas Howard (alias Melanie).

Sotto, il trailer italiano di Hereafter:

Per contattarmi potete scrivere al seguente indirizzo mail:
[email protected]


2 Risposte per "Hereafter, Clint Eastwood commuove ancora"

  • Pingback: triouvzsitz

  • Pingback: aramnitso

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati