Da Thor a Capitan America, questo 2011 sarà l'anno dei supereroi "meno famosi". Per rivedere personaggi classici come Batman, Superman e Spider-Man dovremo aspettare il 2012. Non è detto, però, che saranno un successo. Ecco un'analisi dei box office di tutti i cinecomic dagli anni '70 ad oggi. I supereoi al cinema funzionano davvero? Se si pensa a successi planetari come Il Cavaliere Oscuro e Spider-man non vi è dubbio...
Come ogni settimana eccomi all’appuntamento con Gamers, la sit com che porto avanti nel tempo “libero” e di cui racconto i retroscena. L'episodio di oggi è il 30, "La versione grigia", e inaugura la "quarta" serie. Si parla di Pokemon a Walter, quindi immaginatevi un po' voi a convincere un indeciso spiegando quale sia la versione migliore da regalare a suo nipote elencando le differenze dei due prodotti...
Ecco le mie visioni settimanali. Al cinema: Cappuccetto rosso sangue: patinato come un serial, recitato male, scritto peggio, è un film che mi incuriosiva per il suo look e che purtroppo si è rivelato un pasticcetto. Tenta la strada del giallo (chi è il lupo mannaro?) alla Aghata Christie (con tanto di spiegone finale con piccoli flashback, proprio nel più classico dei classici gialli), ma in mezzo ci infila storia d'amore alla Twilight, horror senza una goccia di sangue e che non fa paura neanche a un bambino, e personaggi piatti e banali banali...
L'ultimo film di Nanni Moretti è senza dubbio un capolavoro dal punto di vista cinematografico. Non mi è mai piaciuto Moretti, anche se gli ho sempre riconosciuto un talento eccezionale: è un fuoriclasse con una straordinaria dote comunicativa sia come attore, sia nella scrittura cinematografica che ha sempre contraddistinto i suoi lavori. Non ricordo più chi disse che non si può considerar regista uno che piazza la cinepresa su un cavalletto e poi ci recita davanti, ma fino ad Habemus Papam era un'affermazione anche condivisibile...
Come ogni settimana eccomi all’appuntamento con Gamers, la sit com che porto avanti nel tempo “libero” e di cui racconto i retroscena. Archimede è uno dei miei personaggi preferiti. Diciamo che se io fossi un personaggio di Gamers, allora sarei proprio Archimede. Perché comunque il suo tentare ad ogni costo di inventare qualcosa di nuovo me lo fa rendere simpatico a priori. Anche se poi le invenzioni sono completamente strampalate ed è subito chiaro che non gli daresti due lire, alla fine, sotto sotto, se ci pensate bene ed esistessero certe tecnologie, le idee di Archimede non sono poi così male...
Ecco le mie visioni settimanali. Al cinema: The Next Three Days: un cazzutissimo film assolutamente da non perdere. Fa parte di quelli che amo e in un certo senso per gli stessi motivi per cui ho amato Il grinta, anche se son film completamente diversi. Perché qui quello che mi interessa non è tanto quello che si può arrivare a fare per amore (che per me spendersi tutto per una donna è normale), ma quanto e come è possibile realizzare ciò in cui si crede anche se in apparenza sembra di essere dei Don Chisciotte contro degli impossibili mulini a vento...
Come ogni settimana eccomi all’appuntamento con Gamers, la sit com che porto avanti nel tempo “libero” e di cui racconto i retroscena. Oggi è il turno dell'episodio 28, Cucciolotto, dove Michela invita nella sua stanzetta il commesso Federico. Che ovviamente non vede l'ora di andare, completamente inebetito dalla "fisicata" che si trova davanti. Bé è il solito cliché della sexy svampita, qui giocato sul fraintendimento della parola "stanzetta", che ovviamente alla fine non sarà quello che si aspetta Federico...
Oggi è in edicola il nuovo numero di Best Movie, quello di aprile. Che è nuovo in un sacco di sensi l'ho spiegato molto bene nel post Best Movie Reeboot. Vi segnalo gli articoli per me (in veste di lettore e non di direttore editoriale) assolutamente imperdibili: La tragedia del Giappone non è un film, pag. 5: l'editoriale di Giorgio Viaro che riflette su quanto l'immaginario visivo possa andare ben oltre la dimensione cinematografica...
Ecco le mie visioni settimanali. Su Popcorn Tv Gli ultimi 14 episodi di Evangelion: lo avevo cominciato a vedere a gennaio e ne scrissi qui, ora ho finalmente finito la serie. Non mi è piaciuta ma prima di scriverne i motivi, va detto che è un progetto assolutamente unico e coraggiosissimo. Perché usa i robottoni e tutto l'immaginario fantascientifico tipico degli anime giapponesi non solo per creare un prodotto di intrattenimento, ma anche per indagare l'animo umano...
30 Mar
2011
Oggi esce il nuovo numero di Best Movie che è "nuovo" in tutti i sensi. Cioé nel senso che è l'ultimo numero, quello di aprile ma è anche il primo numero che segna l'inizio di un rinnovamento cominciato, all'interno della redazione, fin dallo scorso novembre. Un percorso che abbiamo deciso di intraprendere per offrire il massimo del servizio ai lettori, con un'informazione sempre più puntuale e un sacco di novità tra cui anche le sezioni recensioni e preview...