Rivoluzione Sky Atlantic

Si chiama Atlantic ma calzava meglio “Revolution”. E’ il nuovo canale Sky HD attivo dal prossimo 9 aprile. Per attirare subito la vostra attenzione snocciolo alcune serie che verranno trasmesse, anche se la parola “trasmesse”, come vedremo, non ha più senso: True Detective, House of Cards, Trono di Spade, Boardwalk Empire, Gomorra.
A monte dell’operazione c’è l’accordo tra HBO, il canale americano noto soprattutto per la qualità cinematografica delle sue produzioni seriali, e Sky Italia per la distribuzione di tutti i serial (nuovi e library).
Il canale è il 110, in HD con opzione multilingua e sottotitoli e farà parte del pacchetto base degli abbonati. Fin qui, direte voi, sembra tutto molto interessante, ma da qui a definirla “rivoluzione” ce ne passa.
Invece si tratta di un vero e proprio terremoto per il mondo dell’entertainment se uniamo questa notizia all’annuncio di ieri che riguarda Sky Online (qui gli amici di Youtech lo hanno provato), ovvero un servizio che dà accesso a una selezione dell’offerta Sky tramite dispositivi connessi a internet cioé Pc, ipad e tablet Samsung, PlayStation 3 e 4 e presto anche Xbox. Sky Online si rivolge a chi non è abbonato a Sky e a chi non ha la parabola pagando dei ticket mensili disattivabili in qualsiasi momento. Il costo? Ticket cinema a 19,9 euro/mese con accesso illimitato a otto canali SkyCinema (SkyCinema, Hits, Family, Passion, Comedy, Max, Cult e Classics)e Ticket Serie Tv da 9,9 euro /mese per i tre canali Fox (Fox, FoxLife e FoxCrime), una trentina di titoli fra serie in onda (con la possibilità di accedere on demand a 3-4 episodi precedenti) e cofanetti di serie complete. E, soprattutto, sarà incluso anche il nuovo canale Sky Atlantic. Nei ticket è compreso il canale Sky TG 24 e c’è un’offerta anche per lo sport.
Se aggiungiamo a questa informazione il fatto che i serial HBO verranno trasmessi 24 ore dopo gli originali in versione sottotitolata e dopo tre giorni in versione doppiata in italiano (a partire dalla quarta stagione de Il Trono di Spade), il gioco è fatto. Abbiamo di fronte una piattaforma moderna, in grado di soddisfare le esigenze degli appassionati che vogliono tutto, subito e “portatile”, con un prezzo competitivo.
Benvenuti nell’era moderna dell’entertainment. Dopo anni che ci si lamenta della pirateria e si cerca di ostacolarla con poco efficaci provvedimenti legali, arriva finalmente un servizio competitivo che darà ai consumatori la possibilità di scegliere. Cosa che, fino a oggi, non c’era (leggi le illusioni della lotta alla pirateria), visto che per vedere un serial in contemporanea con il resto del mondo si era costretti a fare carte false.
Ebbene da oggi, per vedere tutta la library HBO  basteranno 9,9 euro al mese.
Una bazzecola se si pensa che nei prossimi 10 mesi sono attesi oltre 360 episodi inediti di produzioni che hanno ricevuto una cosa tipo «299 nomination Emmy Awards e 68 Golden Globe», come hanno fatto notare i manager di Sky alla presentazione del canale questa mattina a Milano. Serie tv che contano la partecipazione del top dei nomi della produzione televisiva e cinematografica mondiale, da Kevin Spacey a Jodi Foster, da Steven Spielberg a Tom Hanks, da Matthew McConaghey a David Fincher. Oltre alle già citate ci sono anche Top of the Lake di Jane Campion, Masters of Sex, MAgic City, Banshee, The Fall, Les Recenants, The killing, The Bridge, I Borgia, e una library che recupererà serie cult come 6 feet under, Big love, Enturage, In Treatment, The Wire, Carnival).
Facciamo un po’ di conti: 9,9 euro per dieci mesi fa 100 euro. Diviso per 360 episodi fa 0,2 centesimi di euro a episodio. Facciamo un altro conto che magari sono interessato solo a una serie, mettiamo Il trono di Spade. Dieci episodi settimanali fanno un periodo di due mesi e mezzo. 9,9 euro per tre fa 30 euro, diviso 10 episodi viene 3 euro a episodio.
Insomma, addio torrent, muli, streaming illegali: la pirateria perde di senso, pratico ed economico (perchè il tempo che ci perdo a piratare è un costo). Se non è una rivoluzione questa.
Sky Atlantic sarà disponibile anche su Sky Go e Su Sky on demand e punterà anche su produzioni italiane.
A maggio arriverà Gomorra di Stefano Sollima, il cui promo fa già capire che la qualità sembra proprio settata sullo standard HBO (niente a che vedere con il film o il libro, sebbene Roberto Saviano abbia partecipato alla scrittura). Il 15 aprile sarà il turno di Venuto al mondo – Extended Version, un film di Sergio Castellitto (anche testimonial del canale con un bello spot) del 2012 e riproposto in una versione di cinque capitoli ben più lunga. Sempre Castellitto sarà protagonista della seconda stagione di In Treatment, mentre a novembre arriverà 1992 con Stefano Accorsi, 10 episodi in cui sei persone vengono sconvolte da avvenimenti del nostro Paese da tangentopoli in poi. In produzione c’è anche Diabolik (10 episodi) e un altro progetto misterioso che verrà annunciato settimana prossima.
Qualità altissima anche per i progetti italiani, assicurata da produttori che lavorano anche nel cinema (dietro a Gomorra c’è Cattleya, 1992 è di Wilde Side).
«Abbassate le luci», ha sintetizzato Sergio Castellitto alla presentazione. «Un invito al raccoglimento. La tv è diventata rumore insieme agli altri elettrodomestici. Questa iniziativa riconsegna al salotto la sua dignità». La rivoluzione parte dalla pay tv, forse l’unica ad avere un modello in grado di andare davvero incontro ai bisogni degli spettatori.

House of cards


4 Risposte per "Rivoluzione Sky Atlantic"

  • cicciopage :

    Dimentichi una semplice cosa: HD!

  • giusto ho aggiunto

  • limbo :

    GOMORRA è regia del mio amico STEFANO SOLLIMA… SERGIO era il su’ mitico babbo, regista di SANDOKAN!
    ciao da LIMBO

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati