Gerard Butler al Coin, ovvero i sogni al tempo della crisi

Aaron Echkart e Gerard Butler al Coin. E’ successo sabato scorso a Roma in Piazzale Appio. Le due star erano in Italia per promuovere Attacco al potere, un action-thriller in uscita giovedì prossimo. Best Movie e la stampa in generale le ha incontrate e intervistate per l’occasione. Il pubblico, invece, ha potuto “assalirli” al Coin, ovvero una catena di negozi di abbigliamento.


La promozione dei film, oggi, passa dai grandi magazzini. Sono i tempi della crisi, d’altronde, e forse è ora di fare economia anche nei sogni. Così anche le star non sono più “irraggiungibili”, ma alla portata di tutti, nel negozio sotto casa.
Ricordo che qualche anno fa, vidi la pubblicità di Nicolas Vaporidis che presenziava a un evento di un Carrefour e rimasi perplesso per come si stava buttando via (era ancora sulla cresta dell’onda grazie al successo di Notte prima degli esami), ma pensai anche che in Italia un vero e proprio star system con regole ferree non ce lo abbiamo più da un pezzo, quindi il povero Nicolas era vittima della situazione.
Ora abbiamo le star di Hollywood che sfilano al Coin. Leonida e Due Facce che fanno shopping. Se guardate i filmati sotto, Gerard Butler e Aaron Echkart sono molto simpatici mentre giocano con il pubblico, sfilano con i vestiti Coin addosso, firmano autografi a un centurione romano ricordando l’interpretazione di 300; pare proprio si divertano un sacco.


A vedere le foto e i video del materiale promozionale fatte con il telefonino, il tutto assume un sapore da reportage “del vicino di casa”. Gerard Butler al Coin non diventa più solo una metafora della crisi di oggi, ma anche una perfetta fotografia del nuovo modo di veicolare le informazioni. Nell’era dei social, di Twitter e Facebook, dove gli attori non hanno riserbo nel postare sui loro account ogni genere di scatto intimo (a proposito, avete già scoperto la nostra rubrica settimanale cinefoto?), con una qualità che a chiamarla amatoriale le si fa un favore, è chiaro che le star sono già diventate i nostri vicini di casa e anche il materiale promozionale ufficiale non si fa remore di assumere un look “povero”.
A me Butler e Echkart al Coin che si fan fotografare con le fan fanno tenerezza.

Però mi ricorda che l’era “mitologica” delle star è ormai finita per sempre, così come un certo cinema (leggi C’era una volta il cinema).
I prossimi sviluppi del marketing potrebbero essere “Jessica Chastain che affetta il prosciutto in salumeria”: horror o nuova frontiera del sogno?

Sotto i video dell’evento.

)

)

)


3 Risposte per "Gerard Butler al Coin, ovvero i sogni al tempo della crisi"

  • rocken :

    ciao Luca :-)
    mi e piaciuto un sacco questo tuo Pezzo :-)
    forse uno dei migliori tra tutti da quando avete inserito i blogs nel sito… l’unico appunto che mi sento di farti è piu un opinione personale…
    con l ultima frase “Jessica Chastain che affetta il prosciutto in salumeria”: horror o nuova frontiera del sogno?”
    hai forse sforato un po troppo e fatto perdere qualità al pezzo ;-)

  • Grazie Rocken, l’ultima frase voleva solo essere una battuta, qui in redazione ha fatto ridere, questione di gusti :)

  • rocken :

    ah okay :D
    allora la rivaluto, non l avevo letta sotto il giusto profilo (e ripensandoci… come ho fatto a non coglierlo??!) :D :D

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati