Lost Actors: Charlie Pace tra serpenti e gli sputi di Megan Fox

A chi manca Lost, la rivoluzionaria serie tv finita nel 2010? E, soprattutto, che fine hanno fatto gli attori protagonisti che ci hanno tenuto compagnia per sei incredibili stagioni? Sto cercando di rispondere dopo che la mia fidanzata mi ha chiesto di rivedere Sawyer. Sono partito da Matthew Fox/Jack Shepard, passando per Terry O’Quinn/John Locke e Evangeline Lilly/Kate Austen, ora è il turno di Dominic Monaghan/Charlie Pace.
Inglese nato a Berlino, questo attore è l’esempio di una carriera al contrario: dal cinema è passato al piccolo schermo. Divenuto famoso con la saga cinematografica de Il Signore degli Anelli in cui interpretava l’hobbit Meriadoc Brandibuc, ha poi accettato di fare un “salto indietro” alla tv proprio per Lost e per JJ Abrams. Scelta azzeccata, niente da dire, il suo personaggio di rockstar tossico è assai più interessante dell’omino coi piedoni, almeno per chi scrive. E poi? Lo abbiamo visto protagonista del bel serial Flashforward, che a me piaceva un sacco ma me lo hanno cancellato lo stesso e in altre apparizioni varie tra cinema (ve lo ricordate in X-men le origini? no? neanche io) e tv non, appunto, memorabili. Sulla sua pagina IMDB gli accreditano ben tre film in produzione Molly Moon: The Incredible Hypnotist, Deep Burial e Monster Butler insieme a Gary Oldman e Malcolm McDowell, ma prima lo vedremo in un’altra serie tv, The Unknow, dove veste i panni di un blogger che scrive e racconta di fenomeni inspiegabili. Farà una specie di narratore tipo “zio tibia”, insomma, in una serie “ai confini della realtà”.
Sul fronte personale è stato l’amante di Evangeline Lilly mentre giravano Lost (scopri perché avrebbero potuto far nascere il primo hobbit-nano-elfo della storia), mentre sul suo profilo Twitter ha lanciato pesanti accuse a Matthew Fox sul fatto che picchia le donne.
Se vi fate un giro sul suo sito internet scoprite che combina in questo periodo, ovvero gira la serie Wild Things With Dominic Monaghan dimostrando un certo coraggio. Ha preso il testimone, infatti, del mitico conduttore della serie Steve Irwin, soprannominato “Crocodile Hunter”, che morì a 44 anni nel 2006 proprio per essersi avvicinato troppo a uno dei suoi animali pericolosi. Wild Things, infatti, non è una fiction, ma vede il conduttore fare cose bizzarre tipo tenere in mano serpenti o chiudere la mano in un barattolo di formiche rosse.
«Più voli e più rischi di essere coinvolto in un incidente aereo», ha dichiarato a proposito della serie Dominic (certo che sta storia degli aereoplani gli è proprio rimasta dentro agli attori di Lost…). «Più maneggi un serpente e più rischi di essere morso. Ma voglio dedicare me stesso alla natura per dire che questi animali sono importanti e meravigliosi».
Mi è parsa ben più interessante, invece, la sua partecipazione al videoclip di I love the way you live di Eminem. Perché? Ve lo posto sotto, così potete vederlo insieme a Megan Fox mentre si slinguano e litigano e si sputano addosso e fanno altre cose più o meno intriganti per raccontare in 4′ una storia d’amore. E ci riescono pure bene.
Domani è il turno di Shannon/Maggie Race e dei suoi baci lesbo.


Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

Se non sei registrato clicca qui registrati