Dieci film che muoio di paura

Aspettate la mezzanotte. Munitevi di coperta (per nascondervici sotto, mica perché fa freddo). Un secchio di pop corn non guasta, che masticare aiuta ad alleviare la tensione. Se avete un amico, una fidanzata/o, un gatto o un cane teneteveli vicini ma non troppo che poi potreste far loro male a stringerli forte o romperli i timpani con le urla. Ecco, siete pronti per vedere i dieci film che io “muoio di paura”.

1-Cannibal Holocaust: non l’ho mai visto. L’ho comprato cinque anni fa ed è ancora lì incelofanato sulla libreria. Non ho ancora avuto il coraggio. Forse non ce l’avrò mai. Anzi a questo punto mi piace l’idea che mi faccia talmente paura da non volerlo vedere mai. Ho letto troppe cose su questo cult di Ruggero Deodato, accreditato come primo caso di found footage nella storia del cinema in cui si vocifera siano stati persino uccisi animali dal vivo. Non l’ho visto, non lo vedo e forse non lo vedrò mai. Custodisco preziosamente l’iinquietudine che mi provoca l’osservarlo lì sulla libreria. Per questo è il film che mi fa più paura.

m

 

2-La casa dalle finestre che ridono: la provincia italiana del 1976 descritta da Pupi Avati (su una sceneggiatura in cui ha partecipato anche Maurizio Costanzo) è terrificante. Mi spaventa ogni volta che sento le voci della registrazione che nascondono un mistery da cronaca nera e mi vien voglia di nascondermi sotto le coperte.

 

3-L’esorcista: dopo 40 anni è ancora infallibile nel rendere realistico il soprannaturale. E’ cult, iconico e rivoluzionario. Mi spaventa ogni momento in cui c’è la ragazzina indemoniata.

 

4-Hellraiser: l’horror di Clive Barker del 1987 è “malato” e disturbante. Si rifà a un immaginario sado-masochista che non amo, anzi da cui rifuggo, ma allo stesso tempo mette in scena idee e immagini (il cubo, il suppliziante coi chiodi in faccia) talmente originali da risultare affascinante, persino eccitante e rivoltante allo stesso momento. Mi fa paura ogni volta che entra in scena Pinhead.

 

5-Alien: chi non se la fa sotto quando vede Alien alzi la mano. Ancora oggi la tensione è sempre lì in agguato, anche se si sa già quel che accade. Ridley Scott mescola sci-fi e horror creando uno dei mostri del cinema più affascinanti della storia.
Mi fa paura soprattutto quando c’è il parassita più di quando c’è l’alieno fatto e formato; e quando Ash si rivela per quello che è in realtà.

 

6-Terrore dallo spazio profondo, il remake de L’invasione degli ultracorpi del 1978 con Donald Shuterland. Oggi è forse un po’ ingenuo, ma l’idea che si possa diventare “altro”, che il corpo rimanga uguale ma la mente cambi completamente, è per me terrore allo stato puro. Cosa mi fa più paura? Che a un certo punto l’idea di trasformarsi in “altro” possa divenire anche affascinante. E poi, l’urlo, il terribile urlo che si sente nel momento ritratto dalla foto qui sotto, quell’urlo non lo dimenticherò mai.

 

7-Lo squalo: vale come per Alien, alzi la mano chi non trema quando vede questo film. Spielberg sdogana i b-movies, creando con niente una tensione quasi insostenibile. La paura, infatti, arriva soprattutto quando si vede solo l’acqua accompagnata dalla musica dello squalo: tan da tan da tan da… brrr

 

8-Rosemary’s baby: Polanski, 1968, l’orrore si cela dietro la facciata amorevole dei vicini di casa e dietro la paura che accompagna ogni gravidanza. La parola d’ordine qui è “inquietudine”: vedere come piano piano la povera protagonista viene risucchiata in una realtà demoniaca, stregonesca e bestiale, dove non viene (quasi) mai mostrato davvero nulla né di demoniaco, né di stregonesco, né di bestiale è tremendamente coinvolgente. Mi fa paura ogni volta che vorrei dire alla protagonista di reagire e poi penso che al suo posto forse avrei fatto le stesse identiche cose.

 

9-L’esorcismo di Emily Rose, ovvero l’esorcista moderno. Giocato intelligentemente su due piani paralleli, uno che vede un’indagine in tribunale e l’altro calato nell’azione che segue una “indemoniata”, il film è efficace nel mantenere sempre vivo il dubbio che corre sul confine tra scienza e religione, tra razionalità e soprannaturale. Fa maledettamente paura l’esorcismo nella stalla.

 

10-Profondo Rosso: il re dell’horror Dario Argento a me fa paura con il suo film più famoso, che è un giallo in realtà. Cosa terrorizza? Il flashback dei bambini con la filastrocca e le musiche dei Goblin sono da pelle d’oca.

 


2 Risposte per "Dieci film che muoio di paura"

  • cristabel :

    Il tuo secondo posto è il mio primo in assoluto!!! Me l’ero guardato una sera in tivu pensando di vedere il tipico film di Pupi Avati ed invece mi ha terrorizzato. Non ho dormito tranquilla per diverse notti!

  • alexmanfrex :

    Hellraiser è il peggiore secondo me !!! Lo guardai, anzi, riuscii solo a sentirlo nel mio letto !! Non ho mai finito di vederlo !! Terribile !!

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati