Baby Movie – Quattro film che consiglio

Pubblico di seguito le mini-recensioni di film d’animazione che avevo già proposto nella rubrica Ho visto cose…. In questo caso si tratta di film che mi sono piaciuti.

Tarzan: la rivisitazione disneyana di questo incredibile personaggio è davvero ben fatta: le animazioni e la regia sono terribilmente attuali a oltre dieci anni di distanza. La storia è forte e anche il taglio in chiave ecologista dove alla fine Tarzan e Jane scelgono di vivere nella giungla, ci può stare. Non mi piace il solito buonismo estremo però, con Tarzan che non si spreca a uccidere il malvagio, il quale muore vittima di se stesso e del caso per conto suo. Diciamolo: nella vita ci si può anche giustamente arrabbiare e sconfiggere il male con le proprie forze, non è sbagliato. Neanche per una lezione di vita ai bambini. Temevo fosse un po’ forte l’inizio per mio figlio (tre anni), dove i genitori di Tarzan vengono uccisi, ma è passato indenne, anzi la scena del piccolo orfano salvato dal giaguaro è divenuta una delle sue preferite. Fattore Artax: 7/10 – Età consigliata: 3+

Red e Toby nemiciamici: questo classico della Walt Disney ha tutto: si ride, si piange, si parla di amicizia, di amore, di come si possa andare oltre i ruoli che la vita a volte ci impone. E ha anche una delle scene di animazione più belle di tutti i tempi, con un terribile orso Grizzly davvero terrificante che combatte con grande ferocia.
Fattore Artax: 10/10 –  Età consigliata: 3+

Arthur e il popolo dei Minimei: Luc Besson ha scritto il romanzo e girato un film per i suoi figli con un risultato tutto sommato carino. Gli si perdona anche scoppiazzature (come la spada nella roccia che solo un prescelto può estrarre) e altre banalità, in fondo credo che faccia proprio centro nella fantasia dei bimbi. Mio figlio, che lo ha visto per la prima volta a 2,5 anni, adorava i cartoni e ignorava i live action, tranne questi Minimei che sono una bella miscela delle tue tecniche. Il secondo e terzo episodio sono carini, ma esauriti l’effetto novità e non introducendo nulla di sostanzialmente diverso, risultano anche un po’ noiosetti.
Fattore Artax: 5/10 – Età consigliata: 3+

Shrek e vissero tutti felici e contenti: l’ultimo capitolo della saga di Shrek è il migliore dopo il primo. Lo sfottò al mondo delle favole resta, ma non è più l’epicentro narrativo ma solo il contorno, l’ambiente dove si muovono i personaggi. Shrek non è “felice e contento” della sua vita famigliare, fatta di lavoretti in casa e accudimento di bebé, non si sente più un vero orco, insomma, e fa una specie di “patto col diavolo” che gli fa perdere gli amori della sua vita. Un bel tema in cui si ritroveranno parecchi uomini, ma che i bambini non hanno possibilità di intercettare. Per loro c’è tanta avventura.
Fattore Artax: 6/10 –  Età consigliata: 3+

Baby Movie è una nuova rubrica dedicata a film per bambini (piccoli e grandi)

Leggi tutti i post di Baby Movie


Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

Se non sei registrato clicca qui registrati