Ho visto cose… da The Grey a Killer Elite

Ecco le mie visioni settimanali

Su Apple Tv

The Grey: ovvero Liam Neeson contro i lupi. E’ un body count, con un gruppo di superstiti a un incidente aereo che devono attraversare la tundra innevata cacciati da un branco di lupi. Cosa lo rende imperdibile? Innanzitutto il bando della stupidità, virus che ammorba il genere annoiando solitamente lo spettatore con una serie di morti idiote che seguono azioni sciocche. Qui, invece, la costruzione dei personaggi è intelligente, ci si affeziona a tutti, e di conseguenza ogni morte è elaborata e inventata in maniera ingegnosa, credibile, perfino attraente. Le scelte di regia sono tutte premianti, prima fra tutte quella di non usare cgi per i cani, ma laddove sembra evidente che siano “pupazzi” l’effetto è comunque assai realistico (che si mediti su questo, please) e almeno da segnalare è tutta la sequenza dell’incidente aereo, c’è da studiare come con poco si possa ottenere molto. Il background del protagonista ha una profondità inedita per il genere e si scopre attraverso una serie di flaschback che riescono a svelare particolari importanti fino all’ultimo minuto. Proprio gli ultimi 5 minuti mi hanno caricato di energie per i prossimi 10 anni: sintetizzano ciò che vibra in tutto il film, un inno alla vita e a lottare con le unghie e con i denti. Sempre. Non ha ancora un distributore italiano.

Al cinema

Margin Call: da dove è cominciata la crisi economica che stiamo vivendo? La risposta più specifica ce la mostra Margin Call, opera quasi teatrale (tutto è ambientato quasi esclusivamente in un ufficio) che fa il resoconto delle 24 ore in cui la prima società di trading americana scoprì che il meccanismo di debiti su cui poggia il nostro sistema economico non stava più in piedi e diede coscientemente il via alla serie di eventi che ci ha portati fino ad oggi. Tema di grande attualità sommato alla grande goduria nel vedere attori del calibro di Kevin Spacey, Paul Bettany, Jeremy Irons, Demi Moore e anche il giovane Zachary Quinto, qui anche produttore.

Killer Elite: fatto così il cinema d’azione non va da nessuna parte. Perché rimane in bilico tra il prendersi in giro con decisione (e Whedon ha mostrato come si fa con The Avengers e Quella casa nel bosco) e il prendersi sul serio. Quindi alla fine finisci che non ci credi per nulla a Jason Statham che si mena con Clive Owen per 10 minuti di fila. E finisce che non te ne frega nulla delle sorti di Robert De Niro o della fidanzata del protagonista. E se non te ne frega mai nulla, ma neanche ci ridi sopra, alla fine insomma, sembra di aver passato due ore inutilmente.

In dvd

Carlos: due ore e mezza (ma a Cannes ne fu proiettata una versione di oltre 5 ore) per ricostruire la vita di Ilich Ramírez Sánchez, soprannominato Carlos, terrorista venezuelano, filopalestinese e anticapitalista. La prima metà funziona, ben ricostruendo il clima degli anni ’70 e soprattutto perché gira intorno all’azione che ha fatto divenire famoso Carlos, ovvero l’assalto al quartier generale dell’OPEC nel 1975. Poi si perde via a raccontare gli ultimi anni di un uomo che non è più riuscito a combinare nulla fino al suo arresto, di cui ancora oggi sta scontando la pena all’ergastolo. Non c’è apologia del personaggio, e si affronta la storia con il linguaggio del cinema d’azione europeo (la produzione del 2010 è di Germania e Francia) puntando molto sul bravo attore protagonista Edgar Ramirez.


Un commento a "Ho visto cose… da The Grey a Killer Elite"

  • zen89 :

    The Grey, giuro che sarebbe stato un bel film,fatto benissimo, ma all ultima scena sarei andato a pestare chi ha avuto l idea del finale. dai ma come si fa a sminchiare un film in questo modo?non che mi aspettassi finisse diversamente ma almeno avrei voluto ‘VEDERE’ come finiva(chi l ha visto capirà)
    So che il post è per consigliare dei film ma questo non lo consiglio davvero a nessuno, il trailer è ingannevolissimo, sembra d azione ma d azione vera e propria ce n è poca

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati