Baby Movie – Real Steel e i brutti padri mitizzati

Baby Movie è una rubrica dedicata a film per bambini (piccoli e grandi)

Real Steel è l’esempio perfetto di film in cui bisogna stare attenti. Perché sotto il divertimento a base di robottoni che si menano sul ring che potrebbe sembrare innocuo, si nasconde un concentrato di messaggi difficilmente condivisibili.
La storia è la seguente: Hugh Jackman è un ex pugile fallito che ora partecipa a incontri di boxe tra robot, con esiti poco lusinghieri. Si ritrova a dover fare davvero il padre di suo figlio, dopo che lo ha ignorato per 10 anni, per avvenuto decesso della madre. In realtà lui proprio non ne vuole sapere del ragazzo e lo vende, letteralmente, per 100.000 dollari alla zia firmando un affido. Suo malgrado, però, deve occuparsi del figlio ugualmente per un mese, periodo durante il quale faranno amicizia.


Il grosso problema di questo film è che ti vendono il padre come una persona positiva quando invece è una merda (scusate il francesismo, ma quando ci vuole ci vuole) e la sua “redenzione” non arriva mai.
Che non si occupa del figlio per dieci anni e che lo vende ve l’ho già scritto e già questo basterebbe. Inoltre nel film fa le seguenti azioni:

-perde un incontro scommettendo una grossa cifra e per non pagare scappa (e il creditore, che più avanti nel film gli dà un sacco di botte-meritatissime- per recuperare il denaro, viene pure dipinto come un “cattivo”, tutto alla rovescia, insomma).
-non paga i debiti con la fidanzata cavandosela con qualche sorrisetto e fregandosene completamente di metterla in difficoltà.
-continua, dall’inizio alla fine, a proporre al figlio di fare cose che dopo pochi secondi si rivelano essere completamente sbagliate (pure sugli incontri di robot-boxe sui quali dovrebbe essere più ferrato): dovrebbe essere uno sfigato senza un’oncia di credito, invece per tutto il film si atteggia a eroe-figo (è Hugh Jackman!) a cui tutti danno credito come se fosse un mito.
-Alla fine fa un discorso in modalità “epico” per ricongiungersi a suo figlio. Ma non per riprendersi l’affido, che lascia alla zia, ma solo per farlo partecipare a una finale e quindi per vincere.

Inoltre:

-La zia a un certo punto viene quasi dipinta come una persona cattiva perché vuol portare via il figlio al padre, ma chiunque con un po’ di intelligenza condividerebbe la sua intenzione, visto il soggetto paterno.
-il ragazzino non fa un percorso di crescita: è già intelligente e bravo all’inizio (non si sa come ne sa più del padre di robot-box) così come alla fine.
-non c’è mai una situazione dove le persone si mettono in gioco rischiando qualcosa (sul ring combattono i robot, padre e figlio se ne stanno comodi a bordo campo).

Real Steel ha tanti punti in comune con Over The Top, un film anni ’80 con Sylvester Stallone nei panni di un camionista che partecipa a tornei di braccio di ferro e che si ritrova a dover passare un periodo di vita con suo figlio dopo la morte della madre. Vediamo insieme perché il primo è da bocciare su tutta la linea mentre il secondo è un film perfetto per il rapporto padre-figlio.

-Prima di tutto in Real Steel manca un vero nemico da sconfiggere (l’unico nemico da eliminare sarebbe proprio Hugh Jackman in realtà, con la sua inettitudine…). Il che appiattisce tutto. In Over the Top il nemico era il ricco e borghese nonno del ragazzo, che con il potere del denaro vuole il nipote tutto per sé, per allontanarlo da un padre che con arroganza considera inferiore. Lo spessore qui è già su un altro pianeta: vi è la lotta di classe, le differenze sociali, il potere del denaro, le ingiustizie sugli affidi, ecc. ecc. Stallone, insomma, si batte per una giusta causa.
-Il padre è un personaggio buono (non ha abbandonato il figlio, anzi), che ha delle qualità e che cerca di trasmetterle a suo figlio. Come, per esempio, il “credere in sé stessi”.
-I personaggi incontrano molti conflitti, li superano e crescono mettendosi in gioco, rischiando sulla propria pelle.

Se Real Steel è il modo di fare i film per la famiglia negli anni 2000, allora ridateci Stallone e Over The Top 2….

Leggi tutti i post di Baby Movie


Un commento a "Baby Movie – Real Steel e i brutti padri mitizzati"

  • andrearocky :

    CONCORDISSIMO!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati