Venezia 68, day 3: Madonna e Chris Waltz che filma con l’iphone!

Venezia 68, giorno 3. Ieri è stato la giornata di Carnage e di Madonna. Il primo è un film da camera di Roman Polanski. E’ una commedia e anche se non ho visto l’adattamento teatrale non penso che il cinema possa valorizzarla di più nonostante una regia accurata e l’ottima interpretazione di Kate Winslet, Jodie Foster, John C Reilly e Christopher Waltz (mentre sono convinto che il genere drammatico come La morte e la fanciulla al cinema funzioni meglio che a teatro). In ogni caso si ride e si riflette per come due famiglie borghesi entrano in crisi su tutti i fronti che regolano le loro vite. Per il Festival è il trionfo del cinismo: dopo Le Idi di marzo che fa a pezzi il sistema, con Carnage si fa a pezzi la famiglia.
Madonna invece ha presentato W.E., un film sulla storia di Edoardo VIII e Wallis Simpson. Qui al Lido si vocifera che non sia stata lei la reale regista (il film parrebbe troppo sofisticato rispetto al suo precedente), ma in ogni caso pare sia abbastanza piaciuto. Madonna ha fatto la diva più che mai (20 persone al seguito, depistamento dei paparazzi, ecc.) e i colleghi che ci hanno avuto a che fare direttamente hanno sentito l’emozione e tutto il “peso” che un personaggio del suo calibro si porta sulle spalle. Per me è stata una grandissima delusione: al photo call (io mi sto dedicando soprattutto alle fotografie nel gruppo di lavoro di Best Movie) l’ho trovata impacciata e anche un po’ ingessata, cosa che non mi sarei mai aspettato da una professionista che da decenni è al centro dell’attenzione. Ingessata lo era forse anche per via di tutta la chirurgia estetica che ricopre il suo corpo, che la mantiene “giovane”, ma che come al solito “sfigura” i visi in maschere immobili. Al di là di questo, comunque, non mi pare abbia brillato per aver fatto dichiarazioni interessanti. Alla domanda se i suoi ex mariti Sean Penn e Guy Ritchie le hanno insegnato qualcosa sulla regia ha risposto che «Secondo me fare film non è così diverso dallo scrivere canzoni». Vabé…
Alcune considerazioni sugli altri big presenti al Lido:
Christopher Waltz con barba e capelli lunghi sembrava un bel selvaggio elegante. Anche dal vivo ogni tanto sembra un cartoon ed è simpaticissimo. Oltre a snocciolare frasi in italiano («Roman ha usato una sola camera. Cinema puro»), sul red carpet ha filmato la folla con un iPhone («è per Roman», ha detto).
Kate Winslet dà l’idea di essere una che sa molto bene quello che fa. Parla con un fortissimo accento inglese ed la donna che fin’ora mi ha più affascinato.
John C. Reilly è molto più brutto dal vivo che sullo schermo: a me ha dato l’impressione che tutta la faccia gli si arricciasse sul naso.


2 Risposte per "Venezia 68, day 3: Madonna e Chris Waltz che filma con l’iphone!"

  • Pingback: triouvzsitz

  • Pingback: aramnitso

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati