Ho visto cose… da Super 8 a Kick Ass

Ecco le mie visioni settimanali.

In Dvd:

Manuale d’amore 3: ogni tanto Veronesi mi stupisce con piccole chicche. E’ successo anche con questo Manuale d’amore 3, che propone tre episodi amorosi uno più bello dell’altro. Nel primo, Scamarcio ama moltissimo la donna in procinto di sposare, ma scivola in un innamoramento con un’altra ragazza. Che fare? Come si fa a buttar via quello straordinario stato emotivo? Tema molto intrigante, anche se il finale-razionale non fa per me. Nel secondo Verdone è vittima di uno stalking davvero divertente. Nel terzo De Niro e la Bellucci si innamorano, molto graziosi (lei è tantissima, fin troppo “manza” a dire il vero, forse era incinta?). In ogni caso uno sguardo all’amore della terza età, la sorprendente freccia di Cupido può arrivare in qualsiasi momento.

In Blu Ray:

Kick Ass: è un film buffo su dei ragazzini che si improvvisano super eroi (senza superpoteri) e finiscono per combattere un vero boss del crimine. L’ho trovato un po’ scontato nello svolgimento e nei toni da commedia e tutto sommato sono stati più i momenti noiosi di quelli divertenti, ma capisco i motivi per i quali è diventato un piccolo cult, l’idea di fondo è forte.

Al cinema:

Detective Dee e il mistero della fiamma fantasma: non fatevi spaventare dal fatto che sia un film orientale ambientato nell’antica Cina. Qui ci sono elementi d’azione, il giallo, l’ironia, il wu xia, grandi effetti speciali, in quello che è di fatto la risposta cinese a Sherlock Holmes. A me è piaciuto più questo, intriga dall’inizio alla fine in una indagine volta a capire perché alcune persone prendono improvvisamente fuoco “dall’interno” e che porterà a svelare un intrigo di palazzo che coinvolge la prima imperatrice donna della Cina. Ci indaga un personaggio assai carismatico, Dee, esperto di arti marziali, estremamente colto e arguto e che si muove in un film dove sembra ci sia il fantastico, ma in realtà è tutto spiegato dalla logica. Uscirà il prossimo ottobre.

Il giorno in più: tratto da un libro di Fabio Volo, questa commedia diretta da Massimo Venier (quello dei primi film di Aldo, Giovanni e Giacomo) ha finalmente un respiro “internazionale”. Non solo perché in parte è ambientata a New York, ma soprattutto perché non si chiude a descrivere la solita italietta fatta di personaggi-macchietta. Inoltre, la storia d’amore tra Volo e la Ragonese è piena di idee originali che fan ridere, commuovono e soprattutto stupiscono, rendendo questo Il giorno in più uno dei film italiani più riusciti degli ultimi tempi. Al cinema da ottobre.

Super 8: che delusione! Aimé questo film super atteso mi ha annoiato a morte. E’ un buon film, intendiamoci, e ha tutte le sue cosine a posto, ma non è ET e non è Goonies. Non è ET perché non c’è un alieno che beve birra e si traveste e vola sulla bmx e anche se ci fosse stato non ci sarebbe piaciuto perché lo avevamo già visto. Però non c’è neanche una idea di alieno nuova, ma purtroppo tutto il contrario, ovvero una idea di alieno trita e ritrita che si muove in una storia trita e ritrita dove si sa tutto fin dall’inizio. Non è Goonies perché non c’è un gruppo di ragazzini con delle caratteristiche da fumetto che li rende tutti molto divertenti e simpatici. C’è invece un gruppo di ragazzini degli anni 70 in cui si fa fatica a immedesimarsi perché troppo lontani dal mondo di oggi, tutti piuttosto piattini come personalità e il cui unico elemento intrigante è che stanno girando un film sugli zombie (che fanno vedere nei titoli di coda). E la storia strappalacrime del protagonista a cui muore la mamma all’inizio e che SPOILERINO alla fine l’unica cosa eroica che fa è dire all’alieno (che si divora le persone, non è mica buono) che “le cose brutte accadono, ora parti”, è patetico. FINE SPOILERINO.


Un commento a "Ho visto cose… da Super 8 a Kick Ass"

  • Pingback: triouvzsitz

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati