Thor, il film, i fumetti e un video di 16 minuti

Da appassionato di fumetti, non nascondo che Thor è stato per un periodo della mia vita, uno dei miei personaggi preferiti. L’appeal del dio del tuono è indiscutibile: si muove tra Asgard e la terra, mescola mito, leggenda e fantasy con il mondo che ci circonda. Di fronte al film che esce oggi e che ho avuto la possibilità di vedere in anteprima settimana scorsa devo scindere le mie valutazioni. Nota: NON spoilero nulla della trama del film.

Thor: considerazioni sparse come se non conoscessi il fumetto.
E’ un bel film per ragazzi, con una bella morale in cui l’eroe deve imparare a essere umile e lo fa attraverso un percorso anche difficile. In un panorama di film che per questo pubblico offre solo maghetti che non fan sforzi per ottenere i loro successi o melense storie d’amore in stile Beautiful a base di vampiri e licantropi, direi che è lodevole.
C’è un cattivo di grande spessore: Loki, il fratello di Thor e figlio di Odino, ha delle valide motivazioni per essere “malvagio”. Se vale la regola che un grande cattivo fa anche grande il film (e Star Wars insegna su questo fronte…), allora Thor ha un asset vincente a disposizione.
Le scenette comiche di Thor scagliato sulla Terra privo di poteri, dove continua suo malgrado a fare lo sbruffone, funzionano molto bene e ricordano l’ironia trovata in Iron Man. L’elemento commedia è un alleggerimento che consente al film di farsi piacere davvero da tutti, grandi e piccoli, maschi e femmine. Un elemento, però, che in un eventuale sequel non potrà più essere giocato: Thor impara la lezione e diventa un dio “serio”, non più un gradasso.
Kenneth Branagh alla regia: io non ci ho visto nulla che non sia in linea con altri cinecomic, quindi la “firma” è davvero molto relativa.
Il 3D: come al solito questa tecnologia a me non fa né caldo né freddo se usata solo per l’effetto profondità. Magari se mi fosse arrivato il martello Mjolnir in faccia…
In definitiva è un buon film e spero proprio che vada bene al cinema. Credo, infatti, che, con il rischio saturazione di cinecomic in sala, se questo Thor non dovesse piacere, anche i prossimi Capitan America e Green Lantern ne potrebbero risentire (ecco la mia analisi sui box office dei supereroi al cinema).

Thor il film

Thor da appassionato del fumetto
Tra i supereroi Marvel, Thor è quello che, più di tutti, avrebbe potuto godere di un taglio adulto. La scelta di Branagh come regista credevo andasse proprio in quella direzione, ma subito dopo aver visto il primo trailer era chiaro che le potenziali atmosfere sheakspeariane non sarebbero state il cuore del film.
Quindi sono deluso da un sacco di aspetti. Intanto il look di Asgard: fredda, scintillante, ricorda film come Flash Gordon o Excalibur e invece i fumetti sono più “caldi”, e avrei voluto ritrovarci le atmosfere di Conan e Il Signore degli Anelli. Invece forse si è scelto questo look perché Odino & Co. non sono dei, sono alieni. Sic! E’ l’affermazione della scienza sul mito e la leggenda, forse anche lo specchio dei nostri giorni, certo la strada più facile per far sì che i conti tornino in un universo Marvel in cui Thor deve coesistere con l’inventore Tony Stark, lo scienziato Bruce Banner e i ragni radiottivi di Peter Parker. Però così facendo si taglia di netto il 50% del fascino del personaggio che è fatto dei miti e delle leggende fantasy che popolano Asgard. Vedere Asgard come un pianeta nello spazio, astronavi tipo Star Wars e il ponte arcobaleno come il ponte di comando dell’Enterprise con tanto di teletrasporto, bé, è un pugno al cuore per chi ama il fumetto classico.
Né mi spiego i personaggi di contorno di Thor: Fandral, Hogun, Volstagg e Sif nel fumetto godono di precise caratteristiche che li rendono davvero unici, che nel film sono appena appena accenate e alla fine tutti si confondono (anche l’elefantiaco Volstagg del fumetto qui è un semplice omone con un po’ di pancia, non certo l’alter ego di Obelix che ci si aspetterebbe). Senza contare che un personaggio importante e affascinante come Balder è stato completamente cancellato. Va anche detto che la produzione a fumetti di Thor è vastissima e il personaggio, Asgard, Loki, ecc. hanno varie versioni e interpretazioni a seconda dei cicli presi in considerazione. E’ chiaro che il film prende spunto spesso dai comics, certe volte anche copiando paro paro, come può constatare chi ha visto il film guardando questa tavola presa da Thor Rebirth del 2007:

Thor Rebirth

Conclusioni, fumetti e altro
Andate a vedere il film, ne vale la pena, è un buon prodotto e vi assicura due ore di buon intrattenimento. Ma recuperate anche qualche fumetto di Thor, perché il personaggio lo merita. Panini Comics è al momento in distribuzione con molte pubblicazioni interessanti:
Thor e i vendicatori 145, 3,5 euro

Primo tuono

Contiene il primo capitolo della saga Primo tuono, ovvero remake moderno delle primissime storie di Thor, con un dottor Blake con una gamba visivamente zoppa, che pieno di coraggio trova il bastone che si trasforma in martello e lo trasforma in Thor in una caverna.

Le origini di Thor, 3 euro

Thor Ultimate

Prima parte di due, fa parte della serie Ultimate, ovvero il reboot dei personaggi Marvel visti in una nuova prospettiva. Godetevi le avventure dei tre giovani fratelli Thor, Loki e Balder su Asgard nel passato, mentre nel presente in Europa un centro di ricerche indaga su un uomo che si dichiara essere il dio del tuono…

Thor, le ere del tuono, 13 euro

Le ere del tuono

Raccontate spesso in terza persona attraverso didascalie, proprio come se fossero fiabe disegnate, Le ere del tuono è una raccolta di storie prese direttamente dalla mitologia nordica e tutte ambientate ad Asgard. Disegni dagli stili assai vari e coinvolgenti, trame davvero sheaksperiane.

Le fatiche di Loki

Le fatiche di Loki, 11 euro

T
utto il dramma e la malvagità di un cattivo che fa sul serio. Anche qui storie mitologiche, tutte ambientate ad Asgard.

Infine vi lascio con un video di un cartone animato che a chi è cresciuto con i fumetti Corno tra le mani e Supergulp alla Tivù come me, farà scendere qualche lacrimuccia:


3 Risposte per "Thor, il film, i fumetti e un video di 16 minuti"

  • Pingback: triouvzsitz

  • Pingback: aramnitso

  • Pingback: arminioun

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati