Ho visto cose… da Evangelion a L’immortale

Ecco le mie visioni settimanali:

Su Popcorn tv, favolosa applicazione scaricata per ipad che mette a disposizione gratis e legalmente ottimo materiale.

I primi 12 episodi di Evangelion: mi ero perso per strada questo bell’anime del 1995 che è uno dei più grandi successi dell’animazione televisiva giapponese.  Ci sono i robottoni, un misterioso cataclisma che ricorda le ambientazioni post-atomiche, gli adolescenti pieni di turbamenti e un sacco di riferimenti e allusioni sessuali “pudiche”: insomma tutto l’armamentario made in Japan in una confezione ben scritta e coi soliti trucchi per risparmiare sull’animazione (lunghe panoramiche su “foto”, ecc. ecc.). Carino, vedremo come andrà a finire. Curiosità: una delle protagoniste è appassionata di birra, ma nelle prime puntate non si distingue la marca, mentre successivamente la marca cambia ed è sempre inquadrata ben leggibile. Primo caso di product placement in un cartoon?

Scene di un crimine: si tratta di un gangster movie del 2003 con Jeff Bridges. In mano a Tarantino poteva diventare Jackie Brown 2. Invece è rimasto un compitino decoroso.

Prestati dagli amici.

The good, the bad and the Weird: un western sudcoreano del 2008 che cerca di ispirarsi a Sergio Leone non solo nel titolo. E qualcosa lo prende: certi costumi, le moto e la dinamite di Giù la testa,  il senso dell’avventura e dei gentiluomini di fortuna a caccia di soldi e tesori che a me ricordano tanto anche Corto Maltese. E’ girato con una serie di virtuosismi a cui non si può non fare un plauso,  ma che lo fan spesso somigliare a un cartone animato più che a qualcosa di serio. Di certo non annoia, sempre che si abbia voglia di vederlo in originale coi sottotitoli (la sola versione che circola) e di sopportare la solita recitazione asiatica fatta di facce esasperate.

L’immortale: un gangster movie francese con Jean Reno in cerca di vendetta nella mafia marsigliese. Funziona molto bene, il protagonista è un personaggio meraviglioso, peccato la regia frenetica e certi siparietti comici che proprio mi paiono stonare con al serietà di tutto il resto.

Sons of Anarchy, 7 episodi della seconda stagione: della  prima stagione ho scritto settimana scorsa, ora posso dire che il tutto migliora.  Il protagonista si schiera definitivamente, la regina mostra sempre più palle, e poi si trova finalmente un nemico vero da combattere: i neonazisti.


Dalla mia libreria
:

Gli incredibili: rivisto per l’ennesima volta, non c’è che dire un capolavoro e il doppiaggio italiano con Laura Morante e Amanda Lear è meglio dell’originale. Mi sono goduto una volta di più il dialogo tra la mamma e Flash: “In questo momento, tesoro, il mondo vuole che ci adeguiamo, e per adeguarci dobbiamo essere come tutti gli altri”. “Ma papà dice di non vergognarci dei nostri poteri, i nostri poteri ci rendono speciali”. “Tutti sono speciali, Flash”.  “Che sarebbe come dire che non lo è nessuno”.


4 Risposte per "Ho visto cose… da Evangelion a L’immortale"

Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

Se non sei registrato clicca qui registrati