LA SCENA IN CUI TOM CRUISE FA QUALCOSA DI ASSURDO

Durante le interviste promozionali per Mission Impossibile: Ghost Protocol, Tom Cruise ha annunciato che  con tutta probabilità girerà il sequel di Top Gun, di nuovo diretto da Tony Scott. La predilezione dell’attore per le scene d’azione senza controfigura ormai è proverbiale: in Mission: Impossible 4 Cruise corre in orizzontale sulle vetrate di un grattacielo di Dubai legato a una corda, a 300 metri d’altezza. Tecnicamente, si chiama LA SCENA IN CUI TOM CRUISE FA QUALCOSA DI ASSURDO, ed è presente in tutti i suoi film. A volte, come nei casi citati, si tratta di rischiare la vita senza ragione. Altre volte, come in Tropic Thunder, si tratta di un comportamento imbarazzante, come ballare l’hip hop con una pancia posticcia e una finta calvizie.

Digressione.

Mi sembra evidente che ormai Cruise ha completamente perso il senso della misura: che si parli di fare promozione a Scientology, mettere incinta Katie Holmes, saltare sul divano durante qualche talk-show, o scalare le Montagne Rocciose appeso per i denti a una scheggia di roccia vulcanica, il suo entusiasmo è sempre eccessivo. Come mi ha fatto notare qualche tempo fa un amico: ovunque vada, Tom Cruise corre. Qualunque cosa faccia, sorride.

Immaginate una normale domenica in casa Cruise: Tom si alza sorridendo di buon mattino (diciamo alle quattro e mezza). Dà un bacio a Katie che ancora sbava sul cuscino (durante la notte hanno avuto dodici rapporti). Sveglia la piccola Suri (5 anni) e le fa ingurgitare una ciotola di cereali corretta con aminoacidi ramificati.
Quando tutta la famiglia è in piedi, va in soggiorno e fa 240 flessioni su un tappeto persiano. Poi si concede 30 secondi di doccia, mangia una bistecca, beve il succo d’arancia, ed esce dalla sua villa che ha due soli bagni (ma grandissimi).

A questo punto va a fare la spesa. Non prende la macchina, non prende la moto, non prende nemmeno la bicicletta. Corre.
Percorre il lungo viale ricoperto di ghiaia mulinando le braccia nell’aria, mentre i capelli svolazzano intorno. Le gambe rimbalzano frenetiche sollevando sbuffi di terriccio. Tom sfonda il cancello, prende la tangenziale, mette in fila le poche auto già in strada, infine arriva alla COOP di Beverly Hills. Che però è chiusa: sono ancora le cinque e un quarto del mattino.

Fine Digressione.

La Digressione serve a introdurre la domanda che mi sto ponendo ora: cosa si inventerà Tom per Top Gun 2? A 50 anni suonati avrebbe l’età per essere il padre di un giovane pilota che ne eredita le doti e il coraggio. Ma io non credo che andrà così. Penso che il pilota protagonista sarà ancora lui. Ecco quindi alcune ipotesi per LA SEQUENZA IN CUI TOM CRUISE FA QUALCOSA DI ASSURDO in Top Gun 2.

1) Tom Cruise perde il controllo del suo jet: si auto-espelle dalla cabina di pilotaggio ma il paracadute non si apre. Tom Cruise allora comincia a mulinare le braccia e vola.
2) Tom Cruise viene ucciso da un missile radiocomandato mentre guida il suo jet. Siccome gira la scena senza controfigura, muore veramente. Nella sceneggiatura però Tom Cruise resuscita e corre. Nel resto del film c’è quindi un Tom Cruise in motion capture interpretato da Andy Serkis che impara a mulinare le braccia uguale.
3) Tom Cruise corre a testa in giù sulla carlinga di un jet con delle speciali suole collose.
4) Tom Cruise bombarda la Corea del Nord, ma finisce il carburante del suo jet in Corea del Sud. Si mette i missili in spalla e raggiunge il confine correndo.

Le scommesse sono aperte.


Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

Se non sei registrato clicca qui registrati