Batman in Italia un mese dopo gli USA? La colpa è dell’Uomo Ragno (sul serio)

Come probabilmente sapere, Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno uscirà in Italia il 29 agosto 2012, più di un mese dopo rispetto al resto del mondo (20 luglio). Quello che forse non sapete è che la colpa è dell’Uomo Ragno. Negli Stati Uniti Batman è un franchise della Warner, mentre Spider-Man è della Sony. La Sony Pictures naviga da tempo in pessime acque, e ha chiuso il suo ultimo anno fiscale con oltre 3 miliardi di dollari di perdite (in molti a Wall Street scommettono addirittura che il brand presto scomparirà). Conseguenza: alcune divisioni estere hanno chiuso, e tra queste la Sony Italia. Indovinate chi distribuisce ora i titoli Sony in Italia? La Warner. Quindi in Italia Batman e Spider-Man non sono concorrenti: giocano nella stessa squadra. E visto che The Amazing Spider-Man esce a inizio luglio, alla Warner avranno ben pensato che non era il caso di intasare i mesi estivi con troppi cinecomix. Perché mettere i due supereroi più amati nella condizione di pestarsi i piedi a vicenda?

Altre notiziole. Un piccolo autore, Michael Alan Rubin, vuole denunciare la Warner per Una notte da Leoni 2: sostiene che la sceneggiatura sia un plagio di un suo script, a sua volta ispirato a fatti che gli sono realmente accaduti. Ora, se si fosse limitato alla faccenda del plagio avrei anche potuto dargli 5 minuti di fiducia, ma mi sembra che con la storia vera abbia voluto strafare. Per chi non l’avesse visto, Una notte da leoni 2 racconta di una colossale sbronza a Bangkok, che coinvolge una scimmia erotomane, un tatuatore, dei transessuali e alcuni mafiosi italo-americani. Come se qualcuno facesse causa a De Laurentiis per Natale sul Nilo dicendo che quella cosa del serpente che ti morde l’uccello mentre fai la pipì su una piramide in realtà è la sua vita.

Nel 2013 tornerà in produzione la Delorean DMC-12, l’automobile protagonista della saga di Ritorno al futuro. Tra il 1981 e il 1983, anno in cui fallì, la Delorean Motor Company ne mise in circolazione circa 9000, sostenendo che l’auto potesse raggiungere le 60 miglia orarie in poco più di 8 secondi. Le riviste di settore, calcolarono che in realtà ce ne volevano 10,5: per essere un auto sportiva la DMC-12 era piuttosto lenta. Oltre che per le eccitanti portiere “ad ala di gabbiano”, il design dell’auto si distingueva per quel cofano piatto e rettagolare (un’idea di Giorgetto Giugiaro). Il cofano della prima versione aveva in realtà una porticina per il serbatoio (così non dovevi alzarlo per fare benzina) e delle scanalature ai lati, ma poi venne tutto rimosso: era fatto in acciaio inossidabile, e l’acciaio inossidabile quando tenti di sagomarlo si spacca. La nuova Delorean dovrebbe essere elettrica e costare intorno ai 60mila dollari. Se avete già comprato le Nike di Ritorno a Futuro 2, vi manca solo il flusso canalizzatore.

Durante la consegna di un premio minore, Robert Downey Junior e Mel Gibson si sono ritrovati assieme sul palco. Il primo ha ringraziato il secondo per averlo sostenuto nel periodo più buio della sua vita, quando era dipendente da alcool e droghe, e ha chiesto al pubblico di fare lo stesso con Gibson, coinvolto negli ultimi anni in un numero imprecisato di scandali, che vanno dall’antisemitismo alle violenze domestiche. Downey ha detto: “Mel Gibson mi ha insegnato ad abbracciare il cactus e andare avanti”. Metafora bizzarra ma perfetta per noi italiani, che il cactus non ci siamo limitati ad abbracciarlo: abbiamo trasformato il Parlamento in una serra di piante grasse.


3 Risposte per "Batman in Italia un mese dopo gli USA? La colpa è dell’Uomo Ragno (sul serio)"

  • Pingback: triouvzsitz

  • Pingback: aramnitso

  • Pingback: arminioun

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati