Il progresso siamo noi

Non sono gli uomini che ci commuovono, è quello che fanno.
Quanto più quello che fanno ci riguarda, tanto più ci sentiamo legati.

La mia giornata, tolte 8 ore di sonno, ne dura 16. In queste 16 ore ci sono tempi morti che posso riempire in modo produttivo. E ci sono tempi morti che voglio restino tali, ma con un po’ di musica in sottofondo.
Oggi, per esempio. Mi sono alzato dal letto, ho fatto la doccia e poi colazione. Mentre facevo colazione ho guardato le prime mail della giornata. Mentre sono andato a prendere la metropolitana ho ascoltato la colonna sonora di un film che mi riempie di energia. Mentre ero in metropolitana ho “sfogliato” due quotidiani e scorso la home page di una mezza dozzina di siti. E non arriviamo nemmeno alle nove di mattina.

Tutto questo tempo risparmiato, tutte queste note nelle orecchie, tutti questi gesti (il modo in cui usiamo le dita, il modo in cui spostiamo le mani, il modo in cui giriamo la testa), definiscono quello che siamo, perché definiscono il modo in cui lavoriamo, in cui riposiamo, in cui comunichiamo. Definiscono la nostra interfaccia con il mondo e con gli altri. E quindi, in definitiva, definiscono noi stessi.

Ma al di là delle questioni antropologiche, la cosa che amo di più di (quello che ha fatto) Steve Jobs è che la sua idea di tecnologia e progresso è umanista. Il progresso vero lo è sempre. Non nasce da un tentativo di modificare l’uomo, nasce dalle sue esigenze e dai suoi umori, e da questi viene plasmato.
Le grandi invenzioni arrivano da lì, dall’ascolto del mondo. E poi sono rese possibili dalla fiducia in se stessi, quella che rende semplice e spesso gratificante la fatica.

Steve Jobs ci lascia questo in eredità, la stessa cosa di tutti i grandi che hanno posto le loro impronte sulla nostra vita: il genio fa la differenza, ma la fanno anche tante altre cose. La fame, la follia, l’amore per quello che facciamo, le persone che abbracciamo, la direzione in cui guardiamo. La misura della nostra fede.


2 Risposte per "Il progresso siamo noi"

  • Pingback: aramnitso

  • Pingback: arminioun

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati