Best Movie International: il primo editoriale

Il cinema è dappertutto, nello stesso momento. Il numero sempre crescente di uscite in contemporanea mondiale, i nuovi canali di distribuzione liquida, il proliferare di siti di e-commerce che favoriscono la circolazione di vecchi classici e nuovi cult provenienti dai quattro angoli del pianeta, hanno tutti contribuito a creare una rete globale di immagini e aspettative, amplificata a dismisura dai media. Ecco perché oggi una rivista di cinema globale è più che mai un servizio utile e coerente con i tempi che corrono.

Ed è proprio questa la nostra scommessa: lanciare il primo magazine trasversale, senza porci limiti geografici né per gli argomenti trattati nè per i lettori a cui ci rivolgiamo. Il numero uno, già disponibile su Apple Store e presto su Android Market, è il frutto di questa idea. E se è vero che ogni primo numero, come ogni nuova avventura, si porta sempre in dote una grande entusiasmo, beh, lasciateci dire che in questo caso l’entusiasmo è doppio. Ed è pari alla convinzione di aver preparato qualcosa di diverso da tutto quel che c’era già.

Per osservare il mondo, tutto intero, abbiamo scelto alcuni punti di vista privilegiati. Prima di tutto i Festival: su Best Movie International dedicheremo speciali esclusivi alle più importanti rassegne del pianeta, a partire dal Sundance di Robert Redford, che abbiamo inseguito fino ai 2200 metri e ai 7 gradi sotto zero di Park City, nello Utah, e che vi raccontiamo in un diario esclusivo.

E poi l’home entertainment: in Cine Slouch proveremo a farvi da guida nel mercato americano, europeo ed asiatico. Infine i serial televisivi, specchio di tempi in cui le possibilità espressive si sono moltiplicate e i grandi talenti si dividono tra schermi di tutte le dimensioni.

E i film in sala? Anche in questo caso non vi faremo mancare niente, raccontandovi, mese per mese, sia le pellicole in uscita negli Usa (nella sezione Best Guide), che i titoli più attesi e significativi provenienti dal resto del mondo (Tapping into the World). Senza dimenticare le recensioni, dedicate a una manciata di titoli selezionati, le nostre particolarissime outerview (lo sapevate che Danny Trejo cucina e si commuove per i film di cowboy?), le liste (cominciamo con i film da vedere se siete appena stati scaricati), gli speciali (Sci-Fi!)  e molto altro ancora.

Vabé, ma questa è tutta teoria, direte voi, e il cuore dove lo mettete? Tra le pagine, scegliendo sempre di raccontarvi il cinema che ci piace. Ha il sorriso sghembo e il passo instabile di Jack Sparrow, capitano dei nostri vascelli. Quando immagina, immagina sempre il futuro, come James Cameron. E ha gli occhi blu di Zooey Deschanel, per noi che andiamo al cinema a innamorarci un’altra volta e il mattino dopo abbiamo ancora la testa tra le nuvole.


2 Risposte per "Best Movie International: il primo editoriale"

  • Pingback: aramnitso

  • Pingback: arminioun

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati