All'una e mezza di notte circa, ora italiana, la terribile notizia: Robin Williams è morto Le citazioni si sprecano. Le frasi, i nomi di vecchi film, le scene, i ricordi. Sono i momenti più brutti, questi. I momenti in cui non riesci a mettere ordine tra i tuoi pensieri e cominci a parlare a raffica, a dire, a citare, a credere che forse... Ma è tutto inutile. Davanti a notizie del genere, non c'è molto da dire...
E tutto il resto è terra bruciata I Marvel Studios hanno fatto vedere di che cosa sono capaci - anche d'estate, quando tutti (in Italia almeno) sono al mare. I Guardiani della Galassia hanno battuto ogni record (di Agosto) incassando al primo weekend oltre 94 milioni di dollari. Mercoledì scorso, come ha scritto anche James Gunn sulla sua pagina facebook, hanno ottenuto il miglior risultato di sempre...
Nelle ultime ore, tra la notte di domenica e la mattina di lunedì, si sono diffuse voci secondo cui il famoso studio di animazione giapponese sarebbe prossimo alla chiusura. Alla base di tutto, però, ci sarebbe un errore di traduzione. E un fraintendimento delle parole del produttore Toshio Suzuki “Lo studio Ghibli chiude”. Nelle ultime ore, su (quasi) tutti i siti di informazione cinematografica e di animazione, è rimbalzata questa notizia...
Dopo l'ennesimo attacco contro di lui, Gabriele Muccino spiega con un post su facebook perché, secondo lui, il doppiaggio non è utile. Anzi, nella fruizione del film, dannoso. Ma è veramente così? Da una parte, isolato dai doppiatori, abbiamo Gabriele Muccino che - a ragione - sottolineò, quando il film uscì in sala, come fosse difficile ridoppiare (e ricreare la sua voce) Scarlett Johansson in Her di Spike Jonze...
E quando promette anteprima, anteprima dà Certe volte mi pare di conoscere Zerocalcare da anni. Forse no, non da così tanto, però ci siamo capiti. Leggendo i suoi libri, un po' abbiamo imparato a conoscerlo tutti quanti. Perché è di lui che racconta nelle sue storie. Di questo ragazzo di Rebibbia, dei suoi amici e dei suoi ricordi, e della sua visione del mondo e delle cose. È un tipo umile, Zc...
Lo so, sembrerà assurdo: ma del trio di Sergio Leone ne Il buono, il brutto e il cattivo io volevo essere il Brutto. Non il buono, attenzione. E nemmeno il cattivo (che andava decisamente oltre, anche per i miei standard). Volevo essere il Brutto perché era il più simpatico, il più - credevo io - intelligente; quello più normale. Uno, insomma, come me. Avrò avuto sì e no 6 anni quando vidi per la prima volta il film di Sergio Leone...