This is London calling…

Chi sono?

FADE IN:
Nasco in quel di Roma 36 anni fa. All’età di sei anni (ho le prove e un giorno forse le mostrerò sul blog) inizio a dire che voglio fare il regista.

CUT TO:
Ho vent’anni. Seguo un corso di due mesi a New York e torno a Roma (no comment). Mi dico che si, posso farcela… e inizia così la mia gavetta professionale in Italia…

CUT TO:
Ho ventinove anni. Dopo una laurea e nove anni di esperienze cinematografiche e televisive, un po’di corti, un film (no comment) e una serie TV, un bel po’ di porte chiuse in faccia e l’ennesimo produttore che mi dice: «In Italia il cinema che vuoi fare tu non si fa e non si farà mai», finalmente decido di trasferirmi a Londra e ricominciare tutto da capo….
Così torno di nuovo a scuola. Via tutto quello che so o che prentendo di sapere e via, come dieci anni prima, a fare cortometraggi muti in 16mm in bianco e nero con troupe di studenti.

CUT TO:
Tre anni dopo. Fine della scuola, Festival di Venezia, gavetta in una TV satellitare indiana a trasferire betacam soft-core e trailer di assurdi film Nigeriani, Berlino Talent Campus e uno spec-trailer che attira l’attenzione: https://vimeo.com/43839079

Si apre uno spiraglio e la possibilità di sviluppare un progetto per Working Title Films (http://www.workingtitlefilms.com/) e collaborare con altre produzioni locali. Adesso sono rappresentato da una delle migliori agenzie inglesi (http://www.casarotto.co.uk) e insegno in una scuola di cinema dove mi hanno messo in una lista di inspirational tutors e gli studenti mi chiamano “Dude”… (http://www.metfilmschool.co.uk/Film-School/Tutors.aspx).

Come avrete intuito la strada è irta, piena di imprevisti, brutte sorprese e colpi di scena e Londra non è esattamente il paradiso dei cervelli bolliti in fuga strombazzato da molti quotidiani Italiani. E’ una citta’ bellissima e bruttissima allo stesso tempo, frenetica, meravigliosa e moderna ma anche molto difficile… e con un tempo, solitamente grigio, che definire schizofrenico e’ riduttivo.

Com’è l’industria del cinema Inglese? La risposta merita un post a parte sul blog. Blog con il quale spero di riuscire a sfatare un po’ di luoghi comuni.

A breve inizierò una campagna su Kickstarter che documenterò qui su queste pagine. La campagna servirà per raccogliere i fondi per completare The Nostalgist (www.thenostalgistfilm.com) il cortometraggio tratto da un racconto di Daniel H. Wilson che ho girato a gennaio.

Qui potete trovare un po’ dei miei progetti in sviluppo:
www.giacomocimini.com
www.wonderroomproductions.com

Stay tuned

Giacomo


Un commento a "This is London calling…"

  • andrea-s :

    Per uno che ce la fa, c’è una massa che non ci riesce, o ci riesce in parte. L’importante è non perdere mai la passione e rimanere ancorati ad essa il più possibile. Ad oggi penso che sarebbe più difficile emergere anche per uno Steven Spielberg, perchè c’è un’inflazione di persone che vogliono accedere al sistema Cinema. Spero di leggere presto il tuo blog.

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati