Carrie’s Creek: sangue e amorazzi nel liceo più bello d’America

INTERNO – CASA CON BRUTTA CARTA DA PARATI – NOTTE

JULIANNE MOORE CON I CAPELLI GRIGI è su un letto che urla. Al suo fianco c’è una Bibbia [NB INSISTERE sul dettaglio della Bibbia]. Sta partorendo. Musica inquietante. [INSERIRE LA PAROLA "SATANA" DA QUALCHE PARTE]. Partorisce. Esce un feto, brutto e coperto di sangue come qualsiasi feto nella storia dell’umanità. JULIANNE MOORE CON I CAPELLI GRIGI URLA DI NUOVO e prova ad accoltellare il feto. Il feto ferma il coltello con il pensiero. WHOA! JULIANNE MOORE CON I CAPELLI GRIGI è terrorizzata e chiede pietà. Stacco. Titoli di testa.

«Non lo vojo fa’ ‘sto fiiiiilm!»

CARRIE POTTER, così chiamata perché la mamma per punirla la chiude nel sottoscala, questa è la parte dove vi spiego la battuta perché magari non la capite, tra l’altro non è manco mia ma di mio fratello, è un’adolescente di quasi un metro e settanta, con labbra tumide, gatteschi occhioni verdazzurri, adorabili riccioloni biondi e lo sguardo indifeso e malizioso della tipella di cui ti innamori duro in terza liceo.

Per qualche motivo non spiegato, tutti la considerano cessa e sfigata e tutte quelle BRUTTE PAROLE GIOVANI che rovinano la vita degli adolescenti.

Per qualche motivo altrettanto non spiegato, nel liceo di Carrie P. sono TUTTE PASSERE.

Per qualche motivo invece chiarissimo e dunque non necessitante di spiegazioni, nel liceo di Carrie P. le bionde sono tutte buone e le more sono tutte cattive. Pensate addirittura che la mora più mora di tutte, che è Portia Doubleday quindi una deliziosa biondina, qui virata al moro per ENTRARE IN PARTE, fa i videi amatoriali e li carica su Youtube a uso LOL! E gira con una cumpa di ragazzi il più giovane dei quali ha quarant’anni e alle spalle una sfilza di bocciature che manco Robinho da quando gioca al Milan! Che terribile ragazzaccia questa Portia Doubleday, proprio quel genere di tipetto malizioso che entro la fine del film farà qualcosa di orribile.

LESBOBULLISMO, la nuova frontiera di High School Musical

A casa prega giorno e notte citando PASSI DELLA BIBBIA CHE NON ESISTONO, a scuola le sue amichette le tirano gli assorbenti e le dicono che è cessa: è brutta la vita per il nostro presunto roito. Ma NON SIA MAI che una deliziosa adolescente nel pieno dello sviluppo non trovi prima o poi il suo principe azzurro: ecco che entra in scena IL SEDANO, interpretato da lui. SEDANO è capitano della squadra di lacrosse del liceo, il che rende il liceo stesso l’unica istituzione scolastica al mondo in cui GIOCARE A LACROSSE TI RENDE UN FIGO; come faceva Chris Evans in Non è un’altra stupida commedia americana, SEDANO decide di redimere Carrie P. e di mostrarle che, con l’utilizzo di due pezzi di stoffa cuciti alla bell’e meglio sì da lasciare scoperta un po’ di carne, chiunque può diventare gnocca. Nasce come scommessa con la fidanzata Bionda Buona, ma diventa presto un gioco pericoloso per Sedano: cosa accadrebbe se il Male si formerebbe dentro di te alla fine la nostra verdura prediletta si pigliasse una cotta per Carrie P.?

Nel frattempo la suddetta Carrie P. va su Internet a leggere robe sulla telecinesi, stimolata dalla shockante scoperta che la stoffa con cui si è cucita il vestito, per non parlare della carta con cui è fatta la ORRIBILE CARTA DA PARATI che le tappezza casa, è TUTTA ROBA DI PRODUZIONE CINESE, e Carrie P. vuole arrivare preparata al momenti in cui i cinesi colonizzeranno anche la televisione nazionale. Incidentalmente è spulciando queste informazioni segretissime che Carrie P. scopre che la telecinesi non è la televisione fatta dai cinesi e si arrabbia moltissimo, al punto che comincia a spostare le cose con il pensiero, le cose e pure JULIANNE MOORE CON I CAPELLI GRIGI E ORA PENZOLANTI NEL VUOTO PERCHÉ STA VOLANDO GRAZIE AI POTERI DELLA TELECINESI DI CARRIE.

Scopriamo così che leggere roba su Internet ti può trasformare in un supereroe. Arrivate in fondo al pezzo e mi ringrazierete.

PER NON DIMENTICARE: un’adolescente cicciotta e brufolosa

Mentre Carrie P. si prepara al suo debutto in società, quando finalmente smetterà gli abiti da robbosa tipo quella che conosci in manifesta e ti ci pigli la cotta ma lei è per l’amore libero perché le costrizioni sociali della coppia tradizionale castrano i di lei afflati libertini e le impediscono di esprimere la propria personalità appieno, BIONDA BUONA e MORA CATTIVA vivono un piccolo dramma, intitolato: “Il subplot più inutile di sempre dai tempi della origin story del sacchetto di plastica di American Beauty”. BB, infatti, ha copulato selvaggiamente con SEDANO! Ed è rimasta agricolmente INCINTA! E l’aver ospitato una rapa dentro di sé l’ha aiutata a capire che tirare assorbenti a una gnocchetta sedicenne NON È UNA GRANDE IDEA! Epperò MC Doubleday, DJ extraordinaire, LE DICE CHE IL SUO PENTIMENTO NON È SINCERO!

Perché il fulcro di tutto, come da tradizione per una romcom americana, è il ballo della scuola, pubblico evento d’amori e incantesimi, dove tutta la gnocca del circondario si riunisce per circuire gli ortaggi locali e dove un’assenza pesa più di una secchiata di sangue di maiale rovesciata sul cranio ignaro di una povera vittima. E quindi NON SI DEVE MANCARE! E così, con un’impennata intellettuale che la lascia sfinita, MC Doubleday rinfaccia alla BB che NON TI SEI PENTITA! LO FAI SOLO PER IL BALLO DELLA SCUOLA! E allora io per vendicarmi vado con i miei amici quarantenni suprematisti bianchi a PRENDERE UN MAIALE A MARTELLATE SUL CRANIO!

«ODDIO PEPPA NNNNOOOOOOOOOO!»

È ormai evidente che tutto convergerà nella Grande Scena della Importante Manifestazione Scolastica, come accadeva in Animal House. Qui si balla invece che sfilare per le strade della città; una scelta brillante e controcorrente da parte della regista di nome Regista DiFilm, che invece di far culminare il suo film in un CLIMAX DEVASTANTE opta invece per un contesto più modesto e domestico: la squallida sala da ballo del Liceo Più Bello d’America, uno stanzino per le scope con due tavoli in croce dove stanno pigiate Le Gnocche Del Liceo e i loro Sedani.

E poi c’è il trono: è qui che Carrie P. verrà incoronata per quel che è realmente (= una figa spaziale) e MC Doubleday subirà la sua cocente sconfitta, resa ancora più bruciante dalla sua assenza dal ballo; pensate infatti che la Mora Cattiva è stata ESCLUSA DAL BALLO dalla sua insegnante di ginnastica che L’HA SOSPESA (qui entra in gioco l’elemento fantasy del film) perché si rifiutava di FARE I SUICIDI. Ora io non ricordo quante volte mi sono rifiutato di FARE I SUICIDI a basket, né rimembro di essere mai stato sospeso da scuola per questo, ma facciamo che è il prezzo da pagare per studiare in un liceo di gnocche e sedani e chiudiamola qui.

Oppure no! Perché come fossimo in un sequel di Porky’s la nostra MC ha organizzato uno scherzone ai danni di Carrie P.! Pensate che quando la poveretta si ritrova finalmente sul trono di Più Bella Del Pianeta la cattivissima MC le rovescia in testa un secchio pieno di ketchup! E poi il secchio di alluminio, sospeso a cinquanta centimetri da terra, casca sulla testa di Sedano e LO UCCIDE! Carrie è INCAZZATA NERA! Fa saltare due lampadine! COMINCIA A VOLARE! Mulina le braccia! È così che nascono i supereroi, signora mia!

«SFOCATA? SFOCATA A ME? SFOCATA CI SARAI! GRAAAABLARBALBALRGH!»

A fine serata, dopo essersi vendicata accartocciando MC Portia dentro al parabrezza della sua utilitaria, Carrie P. torna a casa e IMPALA AL MURO JULIANNE MOORE CON I CAPELLI GRIGI USANDO SVARIATI UTENSILI DA CUCINA. È qui che bisogna stare attenti, ché gli incidenti domestici sono la prima causa di morte, la prima digestione comincia in bocca e mettiti il maglione che mamma ha freddo. Inspiegabilmente, in un atto di situazionismo estremo, è qui che rispunta dal nulla anche Bionda Buona, in tempo per assistere al capriccio peggiore che bambina abbia mai tirato in piedi a memoria d’uomo: Carrie P., arrabbiata con la madre perché È MORTA MALE, ACCARTOCCIA CASA SUA e sparisce nel nulla.

Con Sedano morto a colpi di secchio, MC Portia morta a colpi di parabrezza sul naso e Carrie P. morta a colpi di RITORNO AGLI INFERI, BB rimane così sola e depressa con l’eccezione di Insegnante Di Ginnastica, che per qualche motivo è Judy Greer. Sarà amore? Non prima che IDG si dia una sistematina in basso per risultare più presentabile e sedanomorfa agli occhi di BB! Le due fuggiranno poi in Nebraska, dando vita a Boys Don’t Cry.

Stacco, scena scopiazzata da Alien, titoli di coda, FINE.

«MARO’ CHEMMERDAAAA! MAMMAAAAAAA!»


Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

Se non sei registrato clicca qui registrati