IL REGISTA QUESTO SCONOSCIUTO

Chi di voi ricorda, senza wikipedia, il nome del regista di Grease? O di Mamma mia? O di Notthing Hill? O di Rambo? O di Rocky Horror Picture Show? Film popolarissimi che abbiamo visto tutti e che amiamo, ma di cui nessuno, tranne qualche cinefilo, conosce il nome del regista. Ed è giusto così, perchè ragazzi, la verità è che il regista in un film è solo un pezzettino del misterioso puzzle che è un film, e nemmeno il più importante. In cima alla piramide c’è e sempre ci sarà lo sceneggiatore (anche lui di solito bellamente sconosciuto benchè più meritevole di attenzione). E’ dalla scrittura che nascono tutti i pregi e i difetti che il film si porterà dietro fino alla prima proiezione. I film che ho nominato qui sopra sono innanzitutto ben scritti, poi viene il resto. Subito sotto la scrittura ci sono il produttore e gli attori. Un bravo produttore riesce a mettere la sua squadra in grado di giocare al meglio e riesce a vendere bene il prodotto. E l’attore… bè l’attore di solito è quello che si prende tutti i meriti. Notting Hill è un film “di Hugh Grant e Julia Roberts”, così come Rambo è un film “di Stallone”. Tutti gli sceneggiatori e i registi del mondo sono rassegnati a questo. Poi, in quarta posizione, fuori dalle medaglie, c’è il regista. Diceva Billy Wilder che da un brutto copione non verrà mai fuori un buon film, mentre un buon copione può diventare un brutto film. Ecco, questo è il problema del regista: limitare i danni. Può solo peggiorare quello che sulla carta appariva un gioiello. Ecco perchè i film tratti dai libri molto amati non piacciono quasi mai: perchè il regista può solo sbagliarlo.

A proposito, quello nella foto è Randal Kleiser, il regista di Grease. Tutti noi gli dobbiamo almeno una serata in allegria. Se lo incontrate in un drugstore di Los Angeles stringetegli la mano da parte mia.


3 Risposte per "IL REGISTA QUESTO SCONOSCIUTO"

  • tom-rocci :

    questo sconosciuto…
    in effetti Notthing Hill…non ricordo..
    a proposito di film tratti dai libri
    ne ricordo uno tratto da un libro molto amato.
    la solitudine dei numeri primi. è vero… è recente. quindi ricordo il regista però non sempre tutti i film tratti dai libri molto amati non piacciono quasi mai…come dimenticare Il signore degli anelli?

  • ti :

    Adesso che ci penso e’ vero….Rambo e Rocky horror pictures show….non mi ricordo i registi…quella di mamma mia era phillydia lloyd,la regista del’ appena uscito “the iron lady”

  • taylerdarden84 :

    Spero che tu, essendo un regista, abbia voluto dare al tuo discorso in realtà una connotazione polemica nei confronti di chi non considera importante il ruolo del regista. Il Regista è il film, nella sua interezza, è lui che interpreta, eleva od umilia una sceneggiatura, valida o meno che sia, semplice o complessa, lineare o contorta; è il Regista che sceglie gli attori più idonei secondo la SUA interpretazione della sceneggiatura e dirige gli stessi come lui vuole che essi siano nella SUA pellicola, a costo di girare 8000 volte le scene. Alcuni registi sono riusciti a far recitare sul serio attori diciamo “statici” come Tom Cruise (Stanley Kubrick) o Nicolas Cage (Brian De Palma). Poi il fatto che la massa di capre, che tutti i mercoledì sera riempiono i cinema per vedere benvenuti al nord piuttosto che the iron lady, non conoscano l’importanza del regista in un film è del tutto ininfluente e anzi quasi un motivo di vanto per il regista stesso. Poi secondo me un regista per essere grande e definirsi tale deve affermarsi con più di una pellicola ed è normale che il regista di Notting Hill sia sconosciuto se dopo quello è caduto nell’ombra; sono convinto che anche le capre conoscono Scorsese, De Palma, Spielberg e compagnia bella e saprebbero citarne i capolavori!

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati