A volte con "banalità" si intende soltanto la semplicità che non si ha la forza di fare propria. Concedetemi di essere banale, e di essermi stancato di sentire gente che si lamenta, che vorrebbe abbandonare l’Italia, che dice che qui che non si può fare niente di buono, che è…impossibile. Concedetemi di alzare il dito medio al pessimismo, e di dire banalmente che l’atto rivoluzionario più potente in questo momento storico è la reazione costruttiva...
Io ho il sole in Vergine, l’ascendente in Leone e la luna in Pesci. Di me qualcuno ha detto una cosa che mi è rimasta molto impressa: “La tua capacità di schematizzare è confortante”. Ovviamente decisi di prenderla come un complimento. Quindi, dicevamo, perché sono andato a vedere “The Host” ? Ecco gli arcani svelati. 1 . La storia del film conteneva alcuni aspetti che mi interessava capire come fossero stati affrontati da un autore come Andrew Niccol (ricordiamolo, sceneggiatore di The Truman Show, nonché sceneggiatore/regista di Gattaca, S1mone, Lord of War e, ahimè, In Time)...
Io ero piccolo, me ne stavo lì in disparte a giocare e a creare storie nella mia testa (già, sin da allora) ma me lo ricordo ancora bene, quando mio cugino Mauro disse a mia cugina Alessandra "ma lo sai che stanno facendo Ritorno al Futuro 2?" Era la fine degli anni Ottanta. E non era affatto scontato essere a conoscenza del fatto che in america stessero o non stessero facendo un film. Non c'era internet, l'informazione viaggiava molto più lenta, e le riviste di settore erano pochissime...
Per una serie di motivi, il 31 di Dicembre mi sono dedicato ad una serie di riti catartici. Per celebrare il passaggio al nuovo anno, tra questi riti, c'è stata anche una nuova visione degli ultimi 4 episodi di LOST. In pieno spirito di cenoni festivi, riciclo questo avanzo dall'ottimo sapore: LOST: PERCHE' E' UN CAPOLAVORO, scritto di getto due anni e mezzo fa. Tra i sostenitori di Lost, si è diffuso un detto: "Se non ti è piaciuto Lost, semplicemente non l'hai capito...
Ok, mi hanno chiesto di fare una classifica...cosa sempre difficile, ma ci provo. Vorrei precisare una cosa (sì, sono un maniavantista, che ci volete fare, ho la fissa di non voler mai deludere le aspettative): si tratta della mia classifica personale. E voi direte: beh, ovvio, no? No. Perchè poi succede sempre che: eh, ma perché non hai messo quel film lì? Eh, ma perchè non hai messo quell'altro film là? Si dà un po' per scontato che una classifica abbia nel suo DNA l'onniscienza, ovvero la capacità del suo redattore di aver visto tutti i film del mondo e dell'aver conseguentemente deciso in maniera rigorosamente scientifica le posizioni della suddetta, secondo un calcolo quantistico che permetta di stabilire in maniera definitiva per l'universo la differenza tra la posizione 7 e la posizione 8...
Più che un post, questo è una lettera aperta a voi lettori. Avete presente quella sensazione, quel momento in cui dovete fare “il discorso”? Quella situazione in cui avete poco tempo per esprimere un messaggio per voi vitale (nel senso che racchiude un bel pezzo della vostra vita passata/presente/futura nonché buona parte di voi stessi), ma non avete molto tempo, e vi state giocando tutto, e quindi la scelta di ogni parola diventa determinante? Ecco, mi sento un po’ così ora...
UPDATE 18 NOVEMBRE 2012: Visto che questo articolo è piaciuto molto, mi sento di aggiungere 4 titoli. Ricordo, nel caso non abbiate voglia di ri-leggere l'articolo, che si tratta di un elenco di film che ho visto ultimamente e che ho trovato interessanti (il che spiega sia perchè non siano presenti tanti altri film belli non recenti sia perchè non siano presenti tanti altri film belli e basta)...
No va beh, va bene tutto, ma qui forse siamo arrivati al limite. Vado a vedere Bourne Legacy. Di Tony Gilroy , da me molto stimato. Cazzo, Tony..cosa hai fatto?! La storia di The Bourne Legacy è : lui è il nuovo protagonista della saga di Bourne. Non ha nessun dramma, nessun problema di incasinamento di memoria (come invece aveva Bourne, che, scusate, era anche la sua caratteristica principale, una sorta di Wolverine ante-litteram)...
Alcune persone seguono questo spazio che gentilmente BestMovie mi concede perché scrivo cose ritenute buffe. Altre persone perché scrivo cose ritenute interessanti. Altre ancora perché conoscono il mio background e le mie attività come metà del duo “Fabio&Fabio” (no, non siamo parrucchieri, facciamo queste cose). A questa terza categoria quindi non sarà sfuggito il nostro ultimo progettino, TRUE LOVE, di cui su Best Movie si è parlato qui e qui, e sul mio blog qui , qui e qui ...
Contiene qualche spoiler (sia su Chronicle che su altri film di cui leggete il titolo, occhio). - Chronicle è il film che compie il passo oltre la linea di demarcazione tra narrazione filmica tradizionale e found footage (nota curiosa - ho messo il link alla pagina di wikipedia inglese perchè nella versione italiana il senso è completamente stravolto, ma potrebbe aprire un dibattito cinematografico)...