Caro Fausto (e Cara Valentina)

Appena finito di girare “Mine”. Poche ore dopo il wrap up party e poche ore prima il volo di ritorno in Italia. Non mi sento stanco come dovrei, sorseggio il caffe’ (oddio, chiamiamolo caffe’) e affronto un club sandwich che avevo sottovalutato. Dopo 3 mesi di riprese e di giornate senza fine, ho finalmente tempo di cazzeggiare su internet…e trovo qualcosa di molto interessante. Un post di Fausto Brizzi, le cui conclusioni sono riproposte in questo articolo.

AFTERVILLE_FRONTChe dire.. Faustino, Faustino, io sara’ almeno otto anni che te lo dico. Sì , lo so che non sembra ma sono gia’ passati otto anni da quando ci siamo conosciuti e ti abbiamo rifilato i dvd di E:d:e:n e The Silver Rope. Avevamo gia’ una nostra idea di cinema italiano, e non abbiamo mai smesso di perseguirla e abbiamo realizzato prodotti come Afterville e True Love. Quest’ultimo e’ stato possibile anche e soprattutto grazie al tuo contributo e a quello della Wildside. Avete creduto nel progetto e ritieniamo che l’esperimento sia riuscito sotto ogni punto di vista.

TRUE_LOVE_LAURELSE quindi? Quindi perche’ ci siamo fermati? Perche’ non abbiamo proceduto con un True Love 2 o con un altro progetto analogo Wildside / Mercurio Domina?

Noi non sappiamo stare fermi, lo sai. E’ così che abbiamo tracciato la strada di Mine, e di tutte le altre cose su cui stiamo lavorando (compreso quel teaser-pazzesco-che-tu-sai).
Leggo il tuo post e scalpito.

902239-product-feature1-740x448Pero’ su una cosa non sono d’accordo. Prendendo come esempio i Guardiani Della Galassia, poni l’accento sul marketing. Beh, io penso che il film di Gunn sia uno dei migliori prodotti di intrattenimento degli ultimi anni. Una vera e propria bomba perfettamente concepita. Con il marketing non si fanno 600 milioni di dollari al botteghino. I Guardiani hanno fatto impazzire il pubblico. E’ vero, il piano marketing di questo film e’ stato curato da Marvel /Disney particolarmente (mi ricordo ancora il primo teaser in cui hanno presentato con tanto di backstory ogni singolo personaggio…risolvendo piu’ di un anno fa il problema “i Guardiani non li conosce nessuno”). Ma e’ anche vero che il film e’ talmente ben strutturato, i personaggi sono talmente ben caratterizzati, il DNA del film e’ talmente anni 80 sotto steroidi che funziona tutto alla grande. E poi oh, io mi sono commosso in una scena tra un albero e un procione…vuol dire che questo film qualcosina di speciale ce ‘ha.

Quindi, prima cosa, serve un buon film su cui fare il marketing.

Secondo. Mettiamo anche che in Italia qualcuno faccia il marketing che dici tu su un film. Cosa fanno, vendono l’action figure di Luca e Paolo? Fanno un serial tv spin off con Checco Zalone? Un cartone animato ambientato nello stesso universo de La Grande Bellezza? Non penso funzionerebbe.
Quindi, servono contenuti adatti su cui creare marketing.

Quel cinema di genere che proviamo a costruire e proporre da anni, nel nostro piccolo, passo dopo passo.

Allora, Fausto…lo scriviamo o no quel film di cui stiamo parlando da Marzo? Sono sicuro che il pubblico impazzirebbe.

10380908_10204762045842065_577615901375564043_n

PS : Qualche ora dopo ho letto anche le dichiarazioni di Valentina Lodovini. Cara Valentina, anche io mi sono rotto il cazzo, nel caso non si fosse ancora capito. Incontriamoci e parliamone, sono sicuro che troveremo qualcosa da fare insieme.


Un commento a "Caro Fausto (e Cara Valentina)"

  • ilconterik :

    Aggiungerei inoltre che per fare marketing come gli americani servono molti soldi. E per avere molti soldi c’è bisogno di avere molto pubblico. Dunque il progetto dovrebbe avere respiro internazionale e non limitarsi ad una distribuzione italiana, fin dall’inizio…

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati