Fa troppo caldo per creare un bel titolo per il post, leggo qualche fumetto italiano, mi vengono in mente delle cose e le scrivo.

La mensola su cui sono ammassati i fumetti arretrati da leggere sta quasi cedendo. Io continuo a lavorare (ilfilmèquasifinitononcicredo) ma, dannazione, è pur sempre estate (non oso dire la parola V_ _ _ _ _ A).
Mi ritaglio qualche minuto di tanto in tanto per leggere qualcosa, e tra “Saint Seiya – Lost Canvas” e la mole infinita di X-Men (mi sono accorto di aver accumulato albi dal 2007!) mi dedico a qualche italiano. “Gotika” (il cui numero 2 splatteroso mi ha fatto sorridere ripensando all’era d’oro di Dyland Dog), “Dr Morgue” (per ora ottimo), “Stria” (godibile più di quanto pensassi nonostante l’inquietante formato-mattone) e “San Michele” (davvero insolito e scorrevole.) Questi ultimi, insieme agli altrettanto validi “Greystorm” e “Valter Buio”, mi ha fatto riflettere su due cose.

Prima cosa. Non sembra, ma il fumetto italiano, perlomeno a livello creativo, è in buona salute. Rispetto agli altri media, soprattutto. Pensate ai film italiani (qualche commedia carina a parte), alle fiction italiane, alla musica italiana…siamo messi male. Anche perché ormai si stanno fondendo tra di loro: non mi stupirei di vedere presto un “Natale ad Amici di Maria De Filippi” (ovviamente con colonna sonora dei suddetti talentuosi + Gigi D’Alessio, ed il tutto darebbe il via ad uno spin off televisivo scritto da Maurizio Costanzo e Platinette, interpretato da Gabriel Garko, Manuela Arcuri e Platinette).
Certo, l’underground italiano di cortometraggi e fan fiction è davvero vivo in questi ultimi anni, ma bisogna vedere se riuscirà a fare il salto e a trasformarsi in prodotto cinematografico o televisivo, o web-visivo. A proposito, faccio presente che di “Freaks” ho visto solo 3 minuti e non sono riuscito a proseguire. Forse è un limite mio. Mi hanno detto che gli autori hanno fatto delle cose interessanti, e gli auguro buona fortuna nel loro percorso.

Invece qualcosa nel fumetto si muove. Ci sono dei tentativi. Prima di tutto è importante capire che, ci piaccia o no, il fumetto italiano ha un formato, uno stile. Non è che possiamo semplicemente scimmiottare i comic book americani e creare un fumetto supereroistico analogo…funziona fino ad un certo punto. Con i manga non ne parliamo nemmeno (il che mi riporta alla mente una delle cose indie uscite nelle fumetterie a metà anni Novanta… gli “spaghetti manga”, il cui capobanda era “Pugno!”, una versione nostrana di DragonBall…vabeh, chiudo la parentesi che è meglio). Il formato italiano del fumetto ha certe caratteristiche narrative (un po’ bolse se vogliamo), il suo bel bianco e nero, eccetera. Se lo si sa approcciare, è perfino godibile nella sua assenza di pretese. Ma negli ultimi anni la Bonelli ha lanciato diverse nuove testate…la maggior parte delle quali meritavano testate, sì, testate in fronte a chi autorizzava tali progetti. Poi uno legge GreyStorm e dice “ah, boh, interessante però.”
E la Star Comics non è da meno nella sua audacia. Seppur con alti e bassi, raggiunge risultati discreti. E questo tipo di fumetti funziona bene quando è inserito nel contesto italiano. Perché si sente che è vero, perché un po’ ci piace che anche i nostri luoghi e la nostra cultura potrebbero dare vita a storie di genere thriller, fantasy, etc. E infatti potrebbero! Leggo Stria, e mi viene voglia di andare in quel posto in cui è ambientata la storia, perché so che esiste, è italiano, è a qualche kilometro da qui… Mi piace perché ci rivedo tipici personaggi e racconti che appartengono all’inconscio collettivo italiano (un po’ come quando gli americani si esaltano perché vedono l’empire state building che crolla sotto l’invasione aliena di turno). E allora, dannazione, è possibile raccontare storie italiane che non siano solo commedie o insulsi drammi sociali in cui un operaio disoccupato guarda un pomodoro che scuoce mentre la moglie gli urla dietro qualcosa di Mucciniano.

E mi chiedo, dannazione, ma perché uno Stria non potrebbe essere una fiction per canale 5? Non voglio svelarvi niente ma è un buon mix tra dramma, fantasy e thriller. Non stiamo certo parlando di Alan Moore, e nemmeno di Brian Michael Bendis, ma, dannazione, è un prodotto solido. Stessa cosa per un Dr Morgue o un Valter Buio, che potrebbero essere tranquillamente dei serial tv interessanti (forse un pochino di più di Ris Cinisello Balsamo o di Palermo-Milano solo andata – il ritorno 2 – il ritorno del ritorno che era solo andata ma poi siamo anche tornati perché abbiamo fatto un 3% di share in più del previsto e allora dopo l’andata c’è anche il ritorno in tariffa maggiorata Freccia Rossa anche se tanto fa ritardo lo stesso) Quando qualcuno si deciderà ad osare? Quando realizzare un prodotto audiovisivo tratto da un altro media (ehm, fumetto italiano?) non sarà considerato come una procedura “dibigamende ammerigana”? Cioè, ma ci rendiamo conto che ci siamo fatti stuprare sotto il naso Dylan Dog, una delle più grandi icone dell’immaginario italiano contemporaneo? Ma che dico stuprare, gli hanno infilato dentro tutto intero un dildo vibratore a forma di Groucho. Ecco, forse per quello Groucho non c’era nel film. E per quello Brandon Routh aveva quell’espressione. Meglio che non ci penso o tento il suicidio con un overdose di piadine.

La seconda cosa (che si ricollega con il discorso qui sopra di realizzare delle storie di genere ambientate in Italia) è la constatazione di ciò che è successo a noi nel nostro percorso di cortometraggi (NdMe: non mi sto dando del pluralia maiestatis, in questo caso sto tirando in ballo il sodalizio artistico con il mio socio Fabio Resinaro, che ci è valso l’originalissimo soprannome di “Fabio&Fabio”…e il primo che ci chiede se siamo fratelli merita di riflettere da solo in un angolino per qualche istante).
Mentre infatti E:d:e:n e The Silver Rope sono stati girati in lingua inglese (cosa che ci ha procurato anche qualche critica e qualche dibattito, ricordo ancora quello alla Casa Del Cinema di Roma in occasione della manifestazione culturale N[ever]land, in cui si è discusso se gli Jedi dovessero parlare o no in italiano), Afterville ed il più recente MyShoes (che abbiamo prodotto ma non diretto) sono stati girati in italiano.
Afterville addirittura è esplicitamente ambientato a Torino, dove per l’occasione abbiamo inserito nella città dei giganteschi Ufo. Forse è un caso, forse Afterville era oggettivamente quello che aveva un mix più equilibrato di visione e storytelling, ma ha superato di gran lunga ogni aspettativa vincendo numerosi festival importanti, e portandoci contatti di lavoro incredibili ed importantissimi. Anche MyShoes da questo punto di vista è partito alla grande.
C’è forse una volontà di vedere storie di genere radicate nel loro ambiente di appartenenza? E se sì, perché? Per esplorare al contempo una storia e visitare un posto con la sua cultura? E’ un modo del pubblico di reagire ai clichè cinematografici prodotti in massa dalle Major americane? Potrebbe essere. In effetti un’invasione aliena a Johannesburg o a Mosca suonano già più interessanti che l’ennesimo casino (in 3d eh, mi raccomando) a Los Angeles.

Quindi?

Quindi prossime mosse: Natale 2099 a Neo-Roma 3,Battlestar Napoli e Lost in Platinette.

Adesso la piadina me la mangio lo stesso. Salsiccia e peperoni. Dannazione.

Ps: e comunque “Amici” io me lo guardo.


19 Risposte per "Fa troppo caldo per creare un bel titolo per il post, leggo qualche fumetto italiano, mi vengono in mente delle cose e le scrivo."

  • elvaluedeman :

    The North Face Triclimate jacket Women Purple [26568] – $280.00 : Northface Jacket,Cheaper NORTH FACE,The North Face Coats,North Face Outlet,North Face Jackets Wholesale, Northface Jacket,Cheaper NORT

  • telmagillison :

    Discount minnesota twins jerseys #2 denard span jersey 50th season gray For Sale

  • elvaluedeman :

    Create an Account : Zen Cart!, The Art of E-commerce

  • telmagillison :

    . Now, designers are creating their own patented cuts that present a whole new generation of styles. Some of these cost in the hundreds and thousands of dollars and are coveted by everyone who has a love of these gems.

    Even with all the new designs being offered, the round cut diamond remains the favorite

  • telmagillison :

    .If you actually say that you “want in order to reach new people” you’ll possibly be overloaded with planning to pursue people from all around the world.You need to be clear about what it is you’d like to have from a date.

    Your matter line should be used as the filter

  • telmagillison :

    UGG Sundance II Boots Red Cheap – $182.69 : ugg,ugg boots, UGG BOOTS ,UGG BOOTS SALE,UGG BOOT SALE,UGGS BOOTS SALE,UGG AUSTRALIA,UGG BOOTS AUSTRALIA,UGG Clearance,UGG BOOTS Clearance,UGG SALE,UGGS SAL

  • telmagillison :

    .

    Fortunately, there are some home loans available that allow you to get into a home without having a down payment. These loans are referred to as “zero down mortgages” because they allow you to take a loan without having a down payment.

    Most typical mortgage programs require a prospective buyer to put down a minimum of 5% of the purchase price of the home-these programs are even Federal insured mortgage programs

  • telmagillison :

    .

    This swing works because it allows for the golf club to get underneath the ball. When the golf ball is resting below the surface of the sand you need to compensate to get underneath it. The short, steep, attacking type of swing works best.

    Here are the 3 swing thoughts to remember when confronted with a buried lie from a greenside bunker:

    1

  • elvaluedeman :

    .There’s lots of review internet websites that help consumers examine online deals.Visit an overview site which compares price ranges at quite a few online lens stores and provides reviews from color contact lens merchants.This way it is possible to sure that the company you wish to buy a person’s lens as a result of is good and trustworthy

  • telmagillison :

    . Therefore in your first letter, avoid anything negative. Be positive. STEP 3: Share information about yourself that you think others will find interesting. Check her profile, find out about her hobbies and interests. Remember that it’s so great if she finds out that you two have so much in common

  • telmagillison :

    UGG Sundance II Boots Red Cheap – $182.69 : Zen Cart!, The Art of E-commerce

  • telmagillison :

    Cheap Louboutin Wedges,Discount Louboutin Wedges,Cheap Christian Louboutin Wedges,Discount Christian Louboutin Wedges

  • telmagillison :

    .

    When starting a profitable business, the need to address everything can easily leave the revolutionary business entrepreneur bewildered.There are various pitfalls along with problems to overcome.Trying to build a business with virtually no help can easily only produce disaster

  • telmagillison :

    .So all youll ever want to do is check online prior to when you visit these auctions to ensure youve got yourself a lot.

    Find these sites ordinarily are not hard.Do quick look for repo car deals and youll find yourself with a few $ 100 or so sites.But theres really only a good number good auction sites offering information on top repo family car auctions

  • telmagillison :

    . The pros for discounted dental insurance are great! And why not when we know that it is very expensive to have such insurance in the first place.

    ? Much cheaper than an average dental plan
    ? Most discounted plans have the same coverage
    ? Lots of dentists included in this plan
    ? Easy to find
    ? Saves you money!

    These are a few things that basically we look at when it comes to dental insurance

  • telmagillison :

    :

  • telmagillison :

    以比赞_情趣内衣_桃花店,桃花店成人用品,情趣用品,情趣内衣,丰胸美体

  • telmagillison :

    canada goose chilliwack,canada goose jacket chilliwack,canada goose chilliwack parka,canada goose chilliwack women,canada goose womens chilliwack parka

  • Pingback: triouvzsitz

  • Per inserire un commento devi essere registrato a Best Movie. Effettua il login

    Se non sei registrato clicca qui registrati